Cuba: operatori preoccupati per calo turisti dopo consigli Usa

C’è preoccupazione tra i piccoli operatori privati turistici di Cuba a causa della diminuzione del numero di visitatori stranieri sull’isola. Secondo quanto riporta 14ymedio, sito d’informazione della blogger dissidente Yoani Sanchez, il calo sarebbe dovuto ai consigli emanati dalle autorità statunitensi di evitare di viaggiare a Cuba.

“Arrivano navi con centinaia di viaggiatori, ma pochi scendono a terra”, ha raccontato Clotilde Clo Rodríguez, una guida turistica specializzata in visitatori provenienti da Canada e Stati Uniti. “Molti americani evitano di lasciare la nave a causa degli avvisi di viaggio che ha realizzato il governo Usa”, ha aggiunto.

Lo scorso gennaio le autorità degli Stati Uniti hanno emesso alcune raccomandazioni per i loro cittadini, chiedendo di riconsiderare i viaggi nell’isola cubana per evitare rischi di subire attacchi acustici come quelli che avrebbero colpito 24 diplomatici statunitensi a L’Avana.

Secondo gli operatori, queste misure avrebbero portato molte persone a scegliere di non viaggiare più verso Cuba. Le continue dichiarazioni dei funzionari cubani in merito alla sicurezza di Cuba come destinazione di viaggio non sarebbero riuscite a dissipare i dubbi e le paure dei viaggiatori stranieri.

News Correlate