New York, un hotel di lusso nel futuro del Chrysler Building

Chrysler Building, lo storico grattacielo in stile art déco di New York, potrebbe diventare un hotel di lusso. Costruito per ospitare la sede dell’omonimo colosso automobilistico, oggi sotto il controllo Fiat, è stato appena acquistato, a prezzo clamorosamente basso.

L’edificio, come racconta Repubblica.it, ha attraversato diverse peripezie proprietarie ed è sostanzialmente occupato da uffici. Anche se pare ci sia un dentista in uno degli ultimi piani e gran parte dei livelli più alti siano utilizzati come magazzini. Dal 2008 è stato di proprietà della Abu Dhabi Investment Council e della Tishman Speyer che lo hanno appena ceduto alla società immobiliari Rfr Holding del tycoon americano-tedesco Aby Rosen e all’austriaca Signa Holding per un quinto del prezzo dell’ultima cessione: 151 milioni di dollari, clamorosamente al di sotto degli 800 sborsati dall’Abu Dhabi Investment Council undici anni fa per il 90% della proprietà.

Proprio Rosen, secondo Bloomberg, avrebbe infatti intenzione di trasformarlo in un hotel. Almeno alcuni dei suoi 77 piani, con buona probabilità i più elevati e panoramici. Sarebbe uno fra i più “in quota” del mondo, sebbene non potrebbe detenere il primato: in vetta c’è infatti il Gevora di Dubai coi suoi 356 metri, che ha inaugurato lo scorso anno. Ci vorranno però un sacco di soldi per farne qualunque cosa, che si tratti di un hotel da sogno o altro. Si parla di una cifra fra i 150 e i 250 milioni di dollari per riportarlo a nuova gloria e finanziare le ristrutturazioni del caso, dagli ingressi ai pavimenti.

News Correlate