martedì, 19 marzo 2019

Passo indietro di Airbnb: non rimuoverà annunci case in Cisgiordania

Marcia indietro di Airbnb in Israele: la piattaforma ha annunciato di aver sospeso per il momento la rimozione dalle proprie liste delle circa 200 abitazioni offerte in affitto in insediamenti ebraici in Cisgiordania. L’annuncio – secondo la emittente televisiva israeliana Canale 10 – è giunto dopo un incontro a Gerusalemme fra il ministro del turismo Yariv Levin ed un dirigente di Airbnb, Chris Lehane. Airbnb ha fatto sapere che porterà avanti il dialogo con il governo israeliano.

”L’annuncio di Airbnb che non attuerà la decisione di non offrire appartamenti in Giudea-Samaria (Cisgiordania) – ha commentato Levin – è un passo importante nella direzione giusta”. In precedenza il governo israeliano aveva accusato Airbnb di aver compiuto una ”discriminazione” quando aveva preannunciato che avrebbe rimosso dalle sue liste quelle case (vedi news “Airbnb cancella l’offerta di case nei Territori occupati, Israele protesta”).

News Correlate