venerdì, 6 dicembre 2019

Vacanza a Lecce: cosa fare, dove e quando andare

Lecce è il capoluogo del Salento e una delle mete più gettonate tra i turisti che desiderano scoprire le meraviglie della Puglia.

Una vacanza a Lecce permette di ammirare la “capitale” del Barocco Leccese, declinato nella corrente leccese di cui l’architetto Giuseppe Zimbalo è stato il principale esponente.

Un viaggio nella “Firenze del Sud” si presta però anche a escursioni naturali non lontano dalla città, da cui si possono raggiungere in massimo 1 oretta. Di seguito i consigli su cosa fare, dove andare, cosa vedere e quando durante una vacanza a Lecce.

Dove soggiornare a Lecce

 

Sicuramente Lecce offre tantissime possibilità di alloggio per le proprie vacanze, tra cui sicuramente rientrano b&b, Case Vacanze, Residence e Hotel.

A tal proposito l’Hotel Zenit Salento, un delizioso e confortevole Hotel a due passi dalle maggiori attrazioni del capoluogo Salentino.

Ogni mattina viene servita una colazione a base di prodotti freschi e genuini, tra cui non può mancare il classico pasticciotto leccese. Vengono serviti (su richiesta) prodotti vegan e senza glutine.

Cosa fare a Lecce

Piazza Sant’Oronzo è il cuore pulsante di Lecce. Dove un tempo c’erano le botteghe e i mercanti, oggi c’è un’ampia piazza il cui simbolo è rappresentato dalla colonna di Sant’Oronzo, patrono di Lecce. Si consiglia di entrare in uno dei tanti bar presenti nella piazza e di degustare l’ottimo caffè in ghiaccio con latte di mandorla, ammirando la piazza principale della città.

Un’altra esperienza suggerita è la visita ai musei. Soprannominata la “Firenze del Sud”, Lecce è famosa anche per i suoi musei, su tutti il MUSA (Museo Storico Archeologico dell’Università del Salento) e il MUST (Museo Storico della Città di Lecce). Quest’ultimo è stato allestito in una location suggestiva, quella di un monastero risalente al Quattrocento.

Per i più giovani, Lecce è una destinazione che riesce a regalare serate allegre e spensierate in uno dei pub o wine bar presenti nei pressi della Basilica di Santa Croce o vicino alla Piazzetta di Santa Chiara.

Cosa vedere a Lecce

Tra i tanti soprannomi assegnati a Lecce vi è anche quello di “Città delle Chiese”. Se ne contano più di 40, anche se le più famose sono la Basilica di Santa Croce e la Cattedrale di Santa Maria Assunta (il Duomo). Entrambe sono realizzate nello stile barocco leccese, corrente architettonica che ha contribuito alla fama di Lecce tra gli studiosi dell’arte e al soprannome di capitale del Barocco.

Lecce offre però anche dell’altro. A partire dall’Anfiteatro romano, che risale al II secolo d.C., una delle testimonianze – insieme al Teatro – più importanti del periodo di epoca romana vissuto dalla città in passato. Degno di lode anche il Castello di Carlo V, costruito tra il XIII e XIV secolo su impulso di Carlo V d’Asburgo.

 

Cosa vedere nei dintorni di Lecce

La posizione della città di Lecce si presta a diversi itinerari. I più gettonati sono quelli che hanno come punto di riferimento la costa adriatica e la costa ionica del Salento. Lungo la prima è possibile fermarsi presso la città di Otranto e Santa Maria di Leuca.

Otranto è famosa non soltanto per il Castello Aragonese e per il suo caratteristico centro storico, ma anche per essere la prima città italiana che vede il sole sorgere.

Santa Maria di Leuca è famosa invece soprattutto per le sue affascinanti grotte, su tutte la Grotta Porcinara, la Grotta del Diavolo, la Grotta del Presepe e la Grotta delle tre Porte.

Percorrendo invece l’itinerario della costa ionica salentina, le due tappe obbligatorie sono Gallipoli e Porto Cesareo.

Gallipoli è famosa soprattutto per la sua movida, con centinaia di giovani che la scelgono per trascorrere le loro serate estive all’insegna del divertimento, senza tralasciare le bellissime spiagge e il patrimonio artistico-architettonico.

Porto Cesareo viene invece scelta per le sue bellissime spiagge, tra cui Torre Lapillo e Punta Prosciutto.

Quando andare a Lecce

Una vacanza a Lecce può essere organizzata durante tutto il periodo dell’anno. Se ci si vuole concentrare maggiormente sulla costa salentina e sulle sue attrazioni, il periodo consigliato va da maggio a ottobre, mentre la primavera e l’autunno sono due stagioni perfette per visitare il capoluogo del Salento.

 

News Correlate