Sindacati: situazione insostenibile nel trasporto aereo

“Si è appena concluso l’anno e la crisi del trasporto aereo sembra continuare ad imperversare, nonostante i dati di traffico passeggeri e merci siano in costante aumento. A farne le spese, come purtroppo è consuetudine, sono le aziende più deboli ed i lavoratori tutti”. È quanto riporta una nota consuntiva di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo.      

“Mentre restiamo in attesa di conoscere  i dettagli del nuovo piano industriale Alitalia, che lascia trapelare nuovi assetti organizzativi che potrebbero influire sugli organici, non possiamo dimenticare i lavoratori che in questi anni ancora aspettano risposte – affermano i sindacati – Una tra tutte, la vertenza AMS con i suoi 237 operatori, che all’inizio del prossimo anno vedranno terminare le tutele di sostegno al reddito che finora gli hanno consentito di resistere.

I lavoratori sono in attesa che l’azienda IAG, che ha acquisito gli asset ex AMS, dia seguito alle promesse fatte in sede ministeriale e faccia chiarezza sulle reali intenzioni del management sul riavvio delle attività e sul recupero occupazionale, come richiesto espressamente dal Ministro – sottolineano  – anche la situazione di Meridiana vive una pesante fase di incertezza, in attesa di un piano di intervento da parte del Qatar, promesso ma allo stato mai concretizzato, in termini di investimenti, prospettive di sviluppo ed espansione dell’attività di volato”. 

News Correlate