giovedì, 25 aprile 2019

Israele, turisti in crescita (+27%) nei primi otto mesi

Per quanto riguarda l’Italia l’incremento è addirittura del 70%

Un milionequattrocentoventiquattromilanovecento turisti hanno fatto il loro ingresso in Israele da gennaio ad agosto 2005, determinando una crescita complessiva del 27% rispetto al medesimo periodo dell’anno 2004.
Secondo quanto poi diffuso dall’Ufficio Centrale di Statistica israeliano, dall’Italia hanno fatto il loro ingresso in Israele nel periodo gennaio-agosto 2005 ben 46.759 turisti determinando una curva di crescita complessiva del 70% rispetto ai primi otto mesi dell’anno 2004, con una concentrazione, nel solo mese di agosto, di 10.381 turisti venendo così a determinare, limitatamente a questo mese, una percentuale di crescita del 73%.

L’analisi dei dati più recenti mostra poi come nel solo mese di settembre Israele abbia registrato la presenza di 159.100 turisti con una crescita complessiva del 30% rispetto a settembre 2004.
Spostando poi lo sguardo sulle nazioni di provenienza, nei primi 8 mesi dell’anno 2005 dagli Stati Uniti sono sopraggiunti in Israele ben 305.121 turisti con una percentuale di crescita rispetto al medesimo periodo del 2004 del 19%, dall’Europa sono giunti 711.769 turisti con una crescita complessiva del 27%, dall’Asia 53.398 con una percentuale di crescita del 35%.
Particolare attenzione deve poi essere riservata a Germania e Spagna Paesi dai quali nei primi otto mesi dell’anno 2005 sono sopraggiunti in Israele rispettivamente 64.525 turisti dalla Germania, con una crescita del 32%, e 30.555 turisti dalla Spagna con una crescita straordinaria del 124%.
Come sempre risulta alquanto interessante l’analisi del dato di afflusso di turismo in Israele dalla Francia da cui sono sopraggiunti nei primi 8 mesi del 2005 ben 228.617 turisti con una percentuale di crescita del 22%.
Dei turisti sopraggiunti in Israele nei primi otto mesi dell’anno 2005, 1.229.000 hanno scelto di arrivarvi via aerea (+23%) e 181.600 via terra (+48%).
Il Ministro del Turismo Israeliano, Avraham Hirchson, ha espresso grande soddisfazione commentando questi straordinari dati nella convinzione che “Israele sia davvero vicina al prefissato obiettivo di due milioni di visitatori” nell’anno 2005.

News Correlate