venerdì, 22 novembre 2019

Pantelleria, scoperti i giocattoli dell’età del bronzo

Trovata in un villaggio una bambola di 4 mila anni

Alcuni giocattoli appartenuti a una bambina vissuta circa quattro mila anni fa sono stati scoperti nell’isola di Pantelleria. Si tratta della testa di una bambolina, alta circa tre centimetri, e di un servizio di pentole di terracotta in miniatura. Sono stati ritrovati dagli archeologi che, sotto la direzione del prof. Sebastiano Tusa, stanno riportando alla luce un villaggio dell’ età del Bronzo. Gli scavi, avviati nell’ estate scorsa, si stanno svolgendo in località Mursia, una delle antiche contrade dell’isola. Gli utensili in miniatura erano custoditi in una capanna, crollata all’improvviso. In un’altra capanna, poco distante, è stata invece scoperta la testa della bambolina: nella pietra scolpita si distinguono chiaramente le narici, le orecchie e i capelli.
La città di Mursia nell’antichità era un importante centro nel Mediterraneo, dove si scambiavano metalli come il bronzo, lo stagno e il rame. Veniva barattata anche l’ossidiana di Pantelleria, una pietra dura che per un lungo periodo sostituì l’utilizzo di altri metalli. La notizia del ritrovamento segue di un anno la scoperta di tre statue imperiali trovate dentro una antica cisterna, sempre a Pantelleria. Le tre teste, che sono state esposte di recente anche a Parigi in occasione di una manifestazione dell’ Unesco, raffigurano Giulio Cesare e l’imperatore Tito, mentre l’ultima dovrebbe essere presumibilmente l’effigie di Antonia o Agrippina.
Sull’isola, che si sta rivelando un vero e proprio scrigno di ”tesori” archeologici, sono in corso numerosi scavi condotti da diverse equipe di studiosi. Gli archeologi sono impegnati vicino al ‘Lago di Venere’, dove è stato riportato alla luce parte di un tempio fenicio, e a Scauri, dove è stato ritrovato un villaggio del IV secolo dopo Cristo. Nell’acropoli sono state
ritrovate anche numerose cisterne romane e parte di una grande statua che doveva raffigurare Augusto. A Mursia e a Scauri sono state scoperte anche delle tombe scavate nella roccia e vasellame di ogni genere.

News Correlate