Club del Sole cresce ancora con 4 nuove acquisizioni

Con l’arrivo delle festività pasquali e dei ponti di primavera è ai nastri di partenza la stagione 2019 di Club del Sole, network di camping village numero uno in Italia. Con 4 nuove acquisizioni il Gruppo del Geco punta quest’anno a superare 59 milioni di euro di fatturato aggregato e 2 milioni di presenze.

La presenza più significativa è in Emilia Romagna dove il Gruppo ha sede e dove con la recente acquisizione dei camping Italia e Maximum a Rimini e del city camping Centro Turistico Città di Bologna, Club del Sole conta complessivamente 9 villaggi ed è protagonista del bilancio turistico della regione. Il Gruppo consolida la sua presenza anche in Toscana dove al blasonato Orbetello Camping Village si aggiunge a partire dalla stagione 2019 il Camping Village Stella del Mare di Castiglione della Pescaia.
Club del Sole riparte con una forte spinta ad innovare l’offerta di vacanze plein air in contesti naturalistici di pregio con nuovi servizi e a qualificare ulteriormente le strutture a catalogo proponendo soggiorni green e accoglienza di qualità.
“L’espansione del Gruppo pone nuove sfide e nuove opportunità – spiega Francesco Giondi, Business Development manager di Club del Sole – Lavoriamo ad un progetto molto ambizioso di riposizionamento sul mercato turistico della vacanza in campeggio che non si pone come alternativa economica ma come opzione originale che coniuga lusso e natura”.
Con l’ingresso nella compagine societaria di NB Aurora, Club del Sole lancia un piano di sviluppo che prevede venti acquisizioni in 5 anni e nuovi investimenti sul glamping, con l’acquisto solo nel 2019 di 400 case mobili dal design innovativo e tende safari. Con oltre 1000 addetti impiegati in stagione, il Gruppo si pone tra gli operatori più attenti alla qualità dei servizi, dalla spiaggia all’animazione, dall’accoglienza fino alla ristorazione.
I campeggi sono tutti dotati di ampi spazi per il leisure, lo sport e il divertimento, con parchi piscine, aree gioco, arene spettacoli, market, bar e ristoranti, di servizi esclusivi come baby club e teen club, dog area e dog beach, i servizi navetta per i parchi divertimento e le escursioni nelle aree naturalistiche e nelle destinazioni culturali.
Dal Garda alla Maremma, dal Golfo di Trieste alla Costa Teramana, passando per il Delta del Po e la Riviera Romagnola, i quindici camping village che battono bandiera Club del Sole offrono vacanze esperienziali tra natura e cultura, e si pongono come basi ideali per la scoperta del patrimonio di arte, cultura e tradizioni del Bel Paese.
Il 55% degli ospiti dei villaggi del gruppo arriva dall’estero, da Germania, Francia e Paesi Bassi soprattutto. A scegliere Club del Sole sono prevalentemente giovani donne tra i 25 e i 44, mamme laureate alla ricerca di vacanze per la famiglia all’insegna del relax, del divertimento, dello sport e di un’esperienza autentica del territorio in cui un ruolo importante è svolto dalla ristorazione. I camping village Club del Sole offrono infatti una vera food immersion con ristoranti, pizzerie, take away e food truck che valorizzano le tradizioni enogastronomiche locali. Club del Sole è pronto ad affrontare le richieste di un mercato in forte crescita e di una clientela sempre più orientata a scegliere una vacanza sostenibile e attenta al comfort. Tra gli obiettivi del 2019 ci sono anche il consolidamento della brand reputation e lo sviluppo del web marketing del Gruppo.

News Correlate