mercoledì, 20 novembre 2019

Evolution Travel chiude il 2018 in positivo e si prepara alla convention di Sousse

Mancano ancora 3 mesi alla fine dell’anno ma per Evolution Travel il bilancio del 2018 è quasi definitivo ed è positivo. Con questi risultati già incamerati e un ultimo trimestre che prospetta numeri lusinghieri, anche in relazione alle imminenti vacanze di Natale, Evolution Travel si avvia verso la convention annuale in programma a Sousse, in Tunisia, sabato 6 ottobre. Sarà l’occasione per commentare i risultati dell’anno in corso, ma anche per prendere parte ai momenti di formazione collettiva e alla discussione delle case history di successo che suscitano sempre grande interesse per i loro aspetti pratici, fondamentali per trarre il massimo vantaggio dal modello di business di Evolution Travel.

La giornata si aprirà con una panoramica sulle funzioni di tutti i reparti del backoffice di Evolution Travel: i comparti che ogni giorno lavorano dietro le quinte affinché i Consulenti di viaggio online possano concentrarsi esclusivamente sull’incontro con i clienti, alla ricerca e ottimizzazione delle proposte di viaggio e alla loro vendita, senza dover dedicare prezioso tempo ad aspetti tecnici, promozionali e burocratici.

“Ci avviciniamo a questo evento, forti di un anno che è andato bene. I nostri portali tematici, con un’offerta creata interamente dai nostri promotori tour operator, sono cresciuti ancora, le vendite sono aumentate trasversalmente alla programmazione e su destinazioni complesse come l’India e l’Oman, solo per fare un paio di esempi, ci siamo guadagnati un posto di primo piano tra i top seller del panorama italiano, proprio in virtù della qualità del lavoro delle nostre figure professionali estremamente specializzate”, commenta Monica Sergiano, responsabile del reparto Formazione e organizzatrice della Convention.

Protagonista sul palco anche lo staff operante in Tunisia, attivo nell’ambito del booking e prima risorsa attivata in outsorcing con grande successo da Evolution Travel. La scelta di Sousse è stata effettuata proprio in omaggio al prezioso lavoro di questo gruppo e per rappresentare al meglio la vocazione internazionale di Evolution Travel.

Legato alla scelta della location anche il buon andamento dell’area del Maghreb con il Marocco punta di diamante delle vendite legate quasi esclusivamente alle attività di tour operating e la Tunisia che dopo un 2017 poco performante sta facendo registrare numeri sempre più interessanti.

“Diciamo sempre con orgoglio che abbiamo polverizzato la geolocalizzazione di chi lavora ogni giorno al progetto Evolution Travel e rivoluzionato il mercato tradizionale della vendita dei viaggi anche in virtù di poter operare interamente in remoto, ma crediamo nell’importanza dell’incontro, nel confronto di persona, nella condivisione non mediata di risultati e dubbi. Fare il punto e commentare i risultati insieme è importantissimo e in quest’ottica analizzeremo le migliori performance di differenti categorie e ambiti, proprio per trarre il massimo vantaggio dal lavoro di tutti in un’ottica di network per una crescita appagante per tutti. È questa comunanza – che si rinfranca ogni anno durante la Convention – che sostiene da sempre il senso del progetto Evolution Travel”, conclude Monica Sergiano.

News Correlate