giovedì, 5 dicembre 2019

Thailandia e Maldive mete al top nella primavera di Evolution Travel

La primavera di Evolution Travel registra numeri in crescita nella programmazione di lungo raggio. Tra le mete maggiormente in evidenza la Thailandia con un aumento fatturato del 70% rispetto al 2016 e una bilanciata ripartizione delle preferenze che si dividono in percentuali pressoché identiche tra prodotto prettamente balneare e tour.

Seguono le Maldive con un incremento del 60% e una crescita delle prenotazioni per soluzioni alberghiera in forte ascesa come le guest houses che si affiancano al prodotto luxury 5 stelle, generatore dei numeri maggiori. Tra i grandi classici gli Stati Uniti, con New York sempre in vetta, insieme ai tour nei parchi e ad alcune proposte di fly & drive.
In linea con il 2017, la Namibia, già da qualche anno stabilmente tra le destinazioni africane preferite dai viaggiatori italiani, anche grazie alla varietà dell’offerta con differenti tour ed esperienze particolari in totale autonomia e sicurezza come i self drive alla scoperta del deserto del Namib e del Parco Etosha.
Tra le mete del medio raggio spicca la Spagna, destinazione principe degli short break, grazie alla popolarità di città come Barcellona e Madrid e mete in ascesa come Bilbao. Bene anche il prodotto mare con Canarie e Baleari. Osservando in dettaglio i trend delle mete estive, tra le mete meglio performanti spiccano Russia e Indonesia.
“Si potrebbe pensare che i ponti favoriscano soprattutto il medio raggio, ma, dovendo individuare un trend di crescita particolare per la nostra programmazione, direi che decisamente il lungo raggio si sta distinguendo sotto il profilo della crescita delle richieste. È un buon indicatore che testimonia il desiderio di investire nei viaggi da parte del pubblico, approfittando anche di un calendario ricco di ponti lunghi. Avevamo avuto buoni feedback da entrambe le mete principe di questa primavera, Thailandia e Maldive, ma non ci aspettavamo incrementi così importanti. Abbiamo diversificato ulteriormente l’offerta, creando anche azioni promozionali e i risultati non si sono fatti attendere. Siamo molto soddisfatti anche dell’andamento di una meta come la Namibia che ci vede offrire differenti possibilità di viaggio pensate per lavorare bene con più target”, commenta Angela Pescarolo, Chief Administrative Officer Evolution Travel.

News Correlate