lunedì, 23 settembre 2019

Tibet off limits per turisti italiani?

In attesa di conferme delle autorità locali, Navyo Nepal sospende le partenze di agosto

Novità importanti per chi desidera effettuare un viaggio in questo periodo in Tibet. Secondo quanto riporta Navyo Nepal – Discover Asia, le autorità competenti in Lhasa hanno sospeso il rilascio dei permessi d'ingresso in Tibet da una decina di giorni a viaggiatori italiani. Nessun motivo è stato rilasciato dalle autorità e come solito, nessuna fonte governativa conferma una tale decisione.
"Non è chiaro – si legge nella nota – per quanto durerà la situazione, ma dato che i permessi d'ingresso per la regione autonoma del Tibet devono essere richiesti almeno 20 giorni prima del viaggio presso le autorità locali, non è possibile per noi garantire le partenze nel mese di agosto e consigliamo per chi ha già preparato un viaggio in Tibet, di pianificare un viaggio alternativo, per esempio in Cina, in Nepal, Ladakh o altra destinazione. Abbiamo ricevuto anche da altre agenzie italiane richieste di conferma sulla veridicità o meno di questa sospensione, perché apparentemente, secondo loro, anche altri tour operator hanno già cancellato i viaggi in Tibet.
Riteniamo quindi doveroso informare che sospendiamo ogni nostra programmazione di tour in Tibet per l'agosto 2013 in attesa che le autorità competenti siano nuovamente disponibili a dare l'autorizzazione per il rilascio dei permessi di viaggio per il Tibet.
Di conseguenza, stiamo rielaborando le partenze di agosto sostituendole con dei viaggi in Cina, in Yunnan e in Nepal che saranno pubblicati sul nostro sito in questi giorni".  

News Correlate