Ctrip sigla accordi con Aeroporti di Roma, Trenitalia e Musei Ferrari

Per rafforzare la promozione del turismo cinese in Italia, l’agenzia di viaggi online Ctrip ha firmato tre accordi con Aeroporti di Roma, Trenitalia e Musei Ferrari. “La visita del presidente cinese in Italia segna un’importante occasione per rafforzare i legami turistici tra Cina e Italia”, afferma il ceo di Ctrip, Sun Jie, in una conferenza stampa. Sun Jie indica tre priorità per attrarre ancora più visitatori dal Dragone: una semplificazione delle procedure per i visti, più voli e maggiore sicurezza per i turisti.

“I vettori operanti tra Roma e la Grande muraglia sono arrivati a sei, con ben dieci destinazioni cinesi direttamente collegate con Roma”, dichiara il ceo di Adr, Ugo De Carolis spiegando che nuove opportunità sono in arrivo. East China ha annunciato nei giorni scorsi un nuovo collegamento diretto Roma-Hangzhou, con tre voli a settimana a partire da giugno “e stiamo lavorando con altre destinazioni”, anticipa De Carolis.

Un interesse crescente dalla Cina viene registrato anche dal responsabile dei Musei Ferrari, Michele Pignatti Morano, che segnala “un significativo percorso di scoperta e di avvicinamento dei turisti cinesi verso le strutture” di Maranello e Modena.

Mentre da Trenitalia, che da a breve venderà i biglietti su Ctrip, che potranno essere acquistati direttamente dalla Cina, arriva l’impegno “nello sviluppo di un sistema integrato di offerta per lo sviluppo turistico del Paese”, con le parole del responsabile vendite long haul della società, Serafino Lo Piano. “Lavoriamo – aggiunge – per avere un più agevole interscambio tra stazioni, aeroporti e porti, le porte d’accesso del nostro Paese”

Gli accordi firmati con Ctrip, spiega il ceo di Select Holding, la società che gestisce la certificazione ufficiale Welcome Chinese nel mondo, Jacopo Sertoli, “consentono all’Italia di essere scelta anche dai tanti millennial cinesi che usano il web e i social per decidere i propri viaggi”. Del resto, riconosce la vicepresidente di Confindustria Alberghi, Maria Carmela Colaicovo, “Ctrip è centrale per gestire la crescita inarrestabile dei viaggiatori cinesi”. “Speriamo – conclude – in una profonda collaborazione con questa agenzia per accrescere gli arrivi nel nostro Paese”.

News Correlate