Tariffe trasparenti per Natale sui bus di Simet tra nord e sud Italia

Tariffe ‘trasparenti’, non “algoritmittate”, per 85 bus di Simet che a Natale collegheranno nord e sud Italia. Un’iniziativa della società anche per venire incontro a quanti, ad esempio per tornare al Sud, si vedono recapitare preventivi per voli aerei a 3 cifre. E grazie alla continua collaborazione con Autogrill e Sarni, sconti all’interno delle aree di sosta su tutto il perimetro nazionale presentando il biglietto di viaggio alla cassa.

“Siamo soddisfatti degli obbiettivi raggiunti nel 2019 – spiega Mariella De Florio, ad di Simet Bus – Abbiamo attivato 18 nuove località a livello nazionale, in poco più 100 giorni di esercizio abbiamo accompagnato circa 5000 persone. In Piemonte e Lombardia, sulle tratte Santhià-Varese-Novara-Busto Arsizio e Gallarate, abbiamo venduto oltre 1000 biglietti. I costi sono stati già abbondantemente coperti e l’attenzione si concentrerà su tariffe e confort. In Puglia, con 10 città del basso Salento e con corse dirette in previsione del Natale, i biglietti venduti sono stati oltre i 3800″.

L’azienda ha modificato l’esercizio per rendere diretto il servizio da e per la Puglia con una velocità commerciale più efficace.

In Calabria sono state attivate le tratte Catanzaro, Lamezia, Torano, Acri e Bisignano; a parte le prime due città che hanno ottenuto un ottimo risultato (1000 persone trasportate) anche i piccoli centri, con carenze di collegamenti, hanno fatto la loro parte.
Inoltre, comprare i biglietti sarà ancora più facile. Grazie ad un accordo con FIT, Simet sta attivando la vendita presso le tabaccherie: ne ha attivato 100 in Puglia, altre 250 sono previste tra la Calabria e la Basilicata, per un totale di 1000 agenzie esterne.

Altra novità attesa nel 2020 è il rinnovo e l’ampliamento totale del parco rotabile. È in corso di definizione un contratto per 20 autobus che saranno consegnati entro il primo semestre, utili a consolidare le linee storiche percorse dall’azienda calabrese oltre che a collegare altre 25 città di primario ordine. Mezzi con extra comfort, per trasmettere l’esperienza di un viaggio ancora più comodo, sicuro ed interattivo.

“Il 2020 sarà l’anno della scommessa – conclude De Florio – si andranno a mappare in totale 43 nuove città nazionali con hub presso aeroporti e porti commerciali. L’obbiettivo è consolidare lo storico, continuare a contribuire allo sviluppo del trasporto su territorio locale e nazionale, dare la possibilità a chi viaggia di poter scegliere il meglio fra i vari e nuovi player di mercato”.

News Correlate