domenica, 22 settembre 2019

In Francia riprendono gli scioperi dei treni, previsto calo adesioni

Riprende oggi e domani in Francia lo sciopero dei dipendenti del gruppo ferroviario Sncf, spalmato fino a fine giugno. La direzione prevede per oggi metà dei collegamenti ad alta velocità (Tgv), due regionali su cinque, un intercity su tre e tre collegamenti internazionali su cinque. Secondo le previsioni, il 29,8% dei dipendenti della Sncf sarà in sciopero contro il 32,3% della scorsa mobilitazione del 24 aprile.

Tra questi, il 52% dei conduttori (contro il 77% nelle precedenti giornate di sciopero), il 40% dei controllori (contro il 61%). Percentuali in calo rispetto ai primi giorni di mobilitazione contro la riforma voluta dal presidente Emmanuel Macron per aprire il mercato alla concorrenza, come già accaduto in tutti gli altri grandi Paesi europei come Italia o Germania. Secondo il numero uno di Sncf Reseau, Patrick Jeantet, lo sciopero è già costato alla Sncf 250 milioni di euro.

News Correlate