Iata stima utili settore aereo a 35,5 mld e 4,59 mld passeggeri nel 2019

Cauto ottimismo per il 2019 secondo Iata: le previsioni per il prossimo anno sono di un utile netto del settore dell’aviazione di 35,5 miliardi di dollari, leggermente superiore ai 32,3 miliardi attesi per il 2018. La Iata stima inoltre che i passeggeri totali raggiungeranno i 4,59 miliardi (dai 4,34 miliardi del 2018), i ricavi per il settore saliranno a 885 miliardi di dollari (+7,7% dal 2018), il ritorno sul capitale investito è previsto all’8,6%, invariato dal 2018.

I prezzi del petrolio in calo e la solida, per quanto più lenta, crescita economica stanno allungando la corsa degli utili per il settore, osserva la Iata, che prevede che il 2019 sarà il decimo anno di utile e il quinto consecutivo in cui le compagnie aeree mettono a segno un ritorno sul capitale che supera i costi del capitale del settore, creando valore per i suoi investitori.

“Avevamo previsto che i costi crescenti avrebbero indebolito la redditività nel 2019, ma il forte calo dei prezzi del greggio e le previsioni di solida crescita del Pil” hanno mutato lo scenario, spiega il direttore generale della Iata Alexandre de Juniac, precisando che per questo “siamo cautamente ottimisti che la corsa per una solida creazione di valore per gli investitori continuerà per almeno un altro anno. Ma ci sono rischi al ribasso – conclude – dal momento che i contesti economico e politico restano volatili”.

News Correlate