sabato, 23 marzo 2019

Italo, Montezemolo: conti in linea con budget e pax in crescita del 30%

“Dal 2011 al 2018, il costo dei biglietti dei treni ad AV dal nostro arrivo sul mercato sono diminuiti del 40%. Nello stesso periodo, anche la domanda su questo mercato è aumentata dell’80%”. É quanto ha affermato Luca Cordero di Montezemolo, presidente di Italo – Nuovo Trasporto Viaggiatori Spa, durante un’audizione in commissione Trasporti della Camera aggiungendo che dalla sua nascita Ntv “ha versato oltre 500 milioni di euro al gestore delle infrastrutture (Rfi), paghiamo circa 150 milioni di euro l’anno per l’affitto della rete. La concorrenza nel settore ferroviario ha portato molti miglioramenti nei servizi delle stazioni, ma anche nell’ampliamento della rete”.

Inoltre, Montezemolo ha paralto dei conti di Italo “in linea sia con il budget che con il nostro piano triennale anche come numero di passeggeri con un crescita di oltre il 30% rispetto al 2017 – ha aggiunto – sono numeri rilevanti, ma comunque all’interno del nostro piano, bisogna considerare che abbiamo anche più treni rispetto al passato. Questa azienda ha staccato il primo biglietto nel 2012 e in 6 anni siamo arrivati a 17 milioni di viaggiatori. Una cifra destinata a crescere perché aumentano sia le tratte che i treni”.

Infine, in merito al gruppo assicurativo Allianz, il presidente di Italo lo ha definto ” un grosso azionista e a noi fa molto piacere che il primo gruppo assicurativo d’Europa creda prima di tutto nell’Italia ma anche in Italo va molto molto bene, si tratta di una società europea forte, con molte risorse e non bisogna dimenticare che anche Gip (Global Infrastructure Partners, il fondo americano che ad aprile è diventato azionista di riferimento di Italo ndr) è il più grande fondo al mondo di infrastrutture e quindi anche un potenziale investitore non solo in treni ma anche in tante altre cose utili”, ha concluso Montezemolo.

News Correlate