martedì, 22 ottobre 2019

Msc entra in Gnv ma l’obiettivo sembra Tirrenia

Firmato accordo che prevede ingresso al 50% di Marinvest nel capitale del gruppo genovese

Msc entra nel capitale sociale di Grandi Navi Veloci. Ma l'obiettivo potrebbe essere Tirrenia. Il gruppo guidato da Gianluigi Aponte ha infatti raggiunto un accordo per l'ingresso nel 50% del capitale della compagnia di traghetti genovese con la firma di una lettera di intenti tra la Marinvest (finanziaria del Gruppo di Aponte) ed i soci di Grandi Navi Veloci. L'accordo era stato già anticipato dalle pagine del Secolo XIX, secondo il quale con l'operazione il gruppo armatoriale di Aponte, numero due al mondo per il trasporto di container, avrebbe due obiettivi: espandersi nei traghetti, dove già opera attraverso Snav, la società che collega Napoli con Palermo e Civitavecchia con la Sardegna, ma senza collegamenti internazionali e Nord-Sud; e quello più ambizioso di partecipare alla gara per Tirrenia, il cui nuovo termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse è il 20 ottobre. Dunque, pare che Aponte sia tra gli armatori più interessati a rilevare gli asset Tirrenia, insieme a Vincenzo Onorato, patron di Moby, che si è sempre detto pronto a comprarla senza Siremar.

News Correlate