Sardegna, da gennaio dieci nuove rotte

Via alla nuova continuità territoriale: l’Isola sarà collegata ad altri sei scali

Partirà il prossimo 15 gennaio la nuova continuità territoriale fra la Sardegna e la Penisola. Con la firma di due decreti, il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, dà il via libera alle nuove 10 rotte che collegheranno i tre scali sardi di Cagliari, Alghero e Olbia, con sei aeroporti italiani che si vanno ad aggiungere alle rotte per Roma e Milano. Meridiana che si è vista assegnare le tratte fra Cagliari e Bologna, Torino e Verona e fra Olbia e Bologna, ha rinunciato alla compensazione finanziaria da parte dello Stato, mentre le altre (Alghero-Bologna e Alghero-Torino, Cagliari-Firenze, Cagliari-Napoli e Cagliari-Palermo e Olbia-Verona) sono state assegnate ad Airone (quelle da e per Alghero) e Meridiana con ribassi d'asta. A questo punto il provvedimento passerà all'esame della Corte dei Conti, quindi, l’Enac incontrerà le compagnie per la firma del contratto di servizio. Secondo il decreto, i sardi potranno viaggiare ad una tariffa massima agevolata di 55 euro più le tasse, mentre i non residenti a 97 euro più tasse. Per la nuova continuità territoriale erano stati stanziati 20 milioni di euro ma ne verranno utilizzati 10.

News Correlate