venerdì, 6 dicembre 2019

Expedia promuove la diversità e l’inclusione sul luogo di lavoro

Expedia Group ha annunciato la creazione di un nuovo Travel Industry Group nell’ambito del CEO Action, con l’obiettivo di riunire i leader del settore dei viaggi per favorire ambienti che promuovano la diversità e l’inclusione, ed impattano positivamente sul cambiamento. Mark Okerstrom, presidente e CEO di Expedia Group, ha sottoscritto il 9 ottobre 2019 il progetto CEO Action for Diversity & Inclusion (CEO Action), il più grande impegno a livello globale da parte di CEO aziendali per promuovere la diversità e l’inclusione all’interno del luogo di lavoro.

La partecipazione al CEO Action prevede 4 impegni: creare e condividere piani strategici di inclusione e diversità con il comitato direttivo; condividere le migliori pratiche – ma anche quelle che non hanno avuto successo-; implementare e favorire un’educazione senza pregiudizi; e continuare a rendere i nostri luoghi di lavoro sicuri ed affidabili, dove poter avere conversazioni articolate, e talvolta complesse, su diversità e inclusione.

Promuovere un ambiente di lavoro inclusivo e diversificato, incentrato sulle opportunità e sull’uguaglianza è un obiettivo chiave per Expedia Group. A livello globale, l’azienda ha raggiunto la parità retributiva di genere tra uomini e donne in ruoli equivalenti e il 52% del totale dei dipendenti dell’azienda sono donne. L’azienda si è inoltre focalizzata su un percorso di diversità e uguaglianza di genere, volto a garantire che tutti i dipendenti si sentano parte integrante dell’azienda e siano in grado di esprimere tutto il loro potenziale.
Expedia Group ha in programma, con l’introduzione del Travel Industry Group, di condividere le sue best practice e i suoi insegnamenti, oltre che vengono dagli altri. Il Travel Sub-Group, che sarà composto da aziende statunitensi e multinazionali, si concentrerà su:
promuovere l’alleanza, il dialogo, i linguaggi e luoghi di lavoro inclusivi;
ospitare approfondimenti e corsi di formazione su argomenti che sono considerati priorità per le agenzie di viaggio, come ad esempio l’accessibilità, i viaggi LGBTQ+, il Diversity Marketing, la parità di genere e le competenze culturali;
organizzazione di tavole rotonde e videoconferenze per riunire regolarmente i partecipanti.
coordinare la ricerca per evidenziare lo stato attuale della diversità e dell’inclusione nell’industria dei viaggi;
promuovere la diversità e le conversazioni sull’inclusione in occasione di eventi di settore.

“Una forza lavoro diversificata crea un ambiente più creativo, più produttivo, con maggiore fiducia e minore preoccupazione – un ambiente in cui i dipendenti, e a loro volta le aziende, crescono – ha dettoo Melissa Maher, Chief Inclusion Officer e Senior Vice President, Marketing e Industry Engagement di Expedia Group. “In qualità di travel leader, abbiamo la straordinaria opportunità di rendere il mondo a portata di mano e promuovere il cambiamento nel nostro settore e nelle nostre aziende, impegnandoci a renderlo un ambiente migliore e più inclusivo”.

Il Gruppo Expedia attua un’ampia offerta di iniziative a sostegno di un ambiente di lavoro più inclusivo. Avendo ben chiara la necessità di dover andare oltre i pregiudizi, l’azienda ha introdotto Textio, una piattaforma tecnologica che rivela modelli linguistici nascosti negli annunci di lavoro che influenzano sia la diversità che la qualità dei candidati, e HireVue, un tool di video interviste che riduce il pregiudizio nelle videoproiezioni. Inoltre, l’azienda richiede liste d’esame ben equilibrate dal punto di vista del genere e tiene traccia delle assunzioni in base alla rappresentanza di genere.

Anche i dipendenti dell’azienda che guidano la Business Resource Group svolgono un ruolo fondamentale nella strategia di inclusione e diversità dell’azienda. Con più di 100 sedi in tutto il mondo, migliaia di volontari sono concentrati a guidare un processo decisionale significativo e attuabile su temi legati alla diversità. In tutte le aree di attività di Expedia Group, questi team non solo aiutano i dipendenti a scambiare conoscenze ed esperienze vissute, ma anche a fornire all’azienda idee e suggerimenti per migliorare gli sforzi di diversità e inclusione tra dipendenti, partner e clienti.

News Correlate