Airbnb spinge sul turismo delle esperienze: un terzo sono al Sud

È l’Italia il primo mercato in Europa per prenotazioni di Esperienze sulla piattaforma Airbnb, seconda al mondo solo agli Usa. Delle oltre 3.700 Esperienze offerte, un terzo sono al Sud.

“Valorizzare il Sud – dice Chris Lehane, responsabile globale Politiche pubbliche di Airbnb, presentando il progetto Italian Sabbatical a Grottole – vuole dire innanzitutto dare consapevolezza ai locali del loro grande patrimonio di tradizioni culturali e trasformarlo in un’opportunità di sviluppo economico, utilizzando la tecnologia per renderlo facilmente accessibile a un pubblico sempre più ampio. I risultati sono molto incoraggianti. La Sicilia è il nostro terzo mercato per le Esperienze e in Basilicata nell’ultimo anno stiamo crescendo a doppia cifra”.

Ecco allora che Italian Sabbatical è solo la prima tappa di una più lunga serie di iniziative verso il Sud Italia che proseguono con la Matera 2019 Experience Academy, la prima dedicata al turismo esperienziale, al via il 30 maggio con già 200 richieste di partecipazione, realizzata in collaborazione con Destination Makers e Fondazione Matera-Basilicata 2019.

“Il settore dell’accoglienza – spiega Paolo Verri, direttore della Fondazione – fino al 2030 in Italia crescerà del 6%, passando da 65 a 80 milioni di presenze. Una grande occasione soprattutto per il Sud. Un’Academy serve a diventare più bravi e competitivi e a saper guardare lontano”.

L’impegno di Airbnb per il Sud Italia si concretizza anche in una sempre più intensa collaborazione con le amministrazioni locali: a partire da maggio anche Lecce e Catania si sono aggiunta alla lista delle oltre 20 città d’arte in cui Airbnb raccoglie e riversa la tassa di soggiorno; a Palermo, proprio la raccolta dell’imposta è stata l’occasione per organizzare un innovativo progetto di economia partecipativa in collaborazione con i cittadini dei quartieri periferici di Danisinni e Ballarò.

 

News Correlate