Booking.com guida la top 12 dei canali di prenotazione alberghiera più redditizi

Dai canali proprietari a quelli di terze parti, passando per le adv online e i sistemi di distribuzione globale (GDS), quali sono stati i canali di prenotazione più redditizi del 2018 per gli hotel in Italia? Lo svela la classifica di SiteMinder che mette al primo posto Booking.com seguito da Expedia e Hotelbeds (inclusi GTA e Tourico). Seguono i siti web degli hotel (prenotazioni dirette) e i sistemi di distribuzione globale (GDS). Al sesto posto HRS – Hotel Reservation Service, quindi Agoda, Hostelworld Group, Mr & Mrs Smith, Restel, Prestigia e Welcome Incoming

In riferimento a questa classifica, l’ad di SiteMinder Mike Ford, ritiene che l’incremento e la diversificazione dei canali di distribuzione evidenzino il sorpasso, a opera del settore alberghiero, del segmento dei voli per quanto riguarda le vendite tramite terze parti. Secondo i dati di Euromonitor International, le vendite complessive degli hotel effettuate tramite terze parti hanno superato quota 163 miliardi di dollari (USD), registrando una crescita di oltre il 250% durante l’ultimo decennio, e ben oltre il 15% nell’arco dello scorso anno. Tale percentuale raggiunta dal settore alberghiero è il doppio della cifra relativa al settore dei voli, il quale ha registrato una crescita del 122% per quanto riguarda le vendite su canali di terze parti (esclusi i pacchetti).

“Nonostante nel 2018 l’industria del turismo abbia un po’ rallentato il ritmo in alcune parti del mondo, viviamo certamente in un’epoca in cui il settore dei viaggi è in continua espansione. Eppure, questo sviluppo incessante è come un libro ancora non pubblicato sotto diversi aspetti. Gli hotel giocano un ruolo chiave nel settore turistico e le nostre ricerche mostrano come stiano contribuendo all’economia di tanti Paesi, da grandi mercati quali Cina e Giappone a quelli meno conosciuti a livello europeo – dice Mike Ford – Quest’anno circa venti canali sono entrati per la prima volta nelle nostre classifiche. Ai nomi di spicco, che continuano a dominare il settore, si affianca un numero sempre crescente di giocatori emergenti. Questo andamento non solo dimostra che le opzioni di prenotazione a disposizione dei consumatori continuano a moltiplicarsi, ma conferma anche l’esigenza da parte degli hotel di aumentare la propria presenza sui canali di distribuzione, per non perdere di vista i percorsi di acquisto del momento”.

1

News Correlate