domenica, 22 settembre 2019

Il boom degli ‘altri’ turismi: etici, ecologici, consapevoli e slow

Se il viaggio diventa anche scoperta di altri territori e culture in una dimensione lontanissima dal mordi e fuggi, si parla di turismo slow e consapevole. Un tipo di ‘altri’ viaggi, declinati in molti modi, in crescita in tutto il mondo, non a caso nell’anno internazionale del Turismo Sostenibile indetto dalle Nazioni Unite.

In Italia con i molti cammini aperti, gli itinerari per il turismo accessibile e i viaggi con l’ospitalità diffusa e mezzi alternativi alle auto come la bicicletta, questo turismo rappresenta una grande tendenza che è uno dei temi al centro di Fa’ la cosa giusta, la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, in programma a Milano dal 10 al 12 marzo.

Tanti gli esempi che raccontano questo trend: Girolibero, che dal 1998 organizza viaggi in bici ha cominciato con 24 biciclette, ora ne conta 1.200. La community di cicloturisti BikeNBike, un’applicazione pensata per condividere itinerari, escursioni ed esperienze di viaggio sulle due ruote: scambiando buone pratiche e indicazioni utili con un occhio sempre attento alla sostenibilità. Per chi cerca una vacanza all’insegna della legalità, SloWays organizza il No-Mafia Bike Tour: progetto realizzato in collaborazione con l’associazione Addiopizzo.

Per gli amanti delle vacanze a piedi, con la Compagnia dei cammini si scoprono nuovi percorsi, viaggi a piedi in compagnia degli asinelli o esperienze di meditazione camminata mentre i Migrantour, ovvero passeggiate urbane interculturali accompagnate da migranti, rientra tra le proposte della Cooperativa Viaggi Solidali.

Tra le regioni italiane che sono maggiormente impegnate sul tema degli altri turismi, l’Umbria con la sua rete di cammini che attraversano il territorio, dal Cammino di San Francesco a quello di San Benedetto; la Lombardia con i suoi itinerari slow immersi nella natura, percorsi ciclopedonali e itinerari religiosi; la Sicilia con i “cammini francigeni siciliani”, percorso in cui sono coinvolti anche i Parchi naturali del territorio.

 

News Correlate