domenica, 22 settembre 2019

Cresce lo shopping tax free in Italia in estate. Buone le previsioni per l’autunno

Secondo gli ultimi dati elaborati da Planet, i mesi estivi hanno confermato la posizione dominante dell’Italia all’interno del comparto tax free europeo, continuando ad essere meta prediletta dagli shopper viaggiatori di tutto il mondo. Nel solo mese di agosto l’Italia ha realizzato un incremento del +7% negli arrivi extra-UE e del +5% nelle vendite esentasse rispetto al 2017 a fronte della media europea rimasta ferma al +3% negli arrivi e al -2% nelle vendite tax free.

Un trend più che positivo che va a consolidare il posizionamento del Paese durante tutto il 2018, registrando da inizio anno una media del +6% nel volume di vendite esentasse, del +2% nel valore medio per transazione e del +7% negli arrivi, rispetto al 2017.

Per quanto riguarda le nazionalità dei visitatori, in agosto il podio continua ad essere della triade Cina, Stati Uniti e Russia ma, complice la festività islamica Eid al-Adha (18-24 agosto 2018) sono tornati a crescere anche i flussi di viaggiatori proveniente dal medio oriente. Questo periodo di festività rappresenta per i turisti mediorientali un momento di punta di vacanze e shopping che ha portato un incremento del 21% rispetto al 2017. Un aumento significativo che si aggiunge a quello già registrato nella settimana successiva alla chiusura del Ramadan e l’Eid al-Fitr 2018 (14-20 giugno) in cui il volume di vendite tax free ai viaggiatori a maggioranza musulmana in Italia è cresciuto del +15% rispetto al 2017.

I risultati dell’estate appena conclusa lasciano ben sperare per un autunno altrettanto positivo in termini di arrivi e vendite. I trend di arrivo in Italia dei turisti extra-UE per il trimestre settembre-novembre 2018 si prevedono in crescita del +4.6% e a fare da traino saranno i viaggiatori thailandesi (+44%), sud coreani (+18%) e statunitensi (+14%).

“I dati di Planet confermano quanto l’Italia sia al primo posto fra le destinazioni europee per i turisti extra EU, sempre più attratti oltre che dalla varietà culturale ed enogastronomica, anche dall’altissima qualità dei prodotti di alta gamma offerti dai nostri retailer – commenta Sara Bernabè, Country Manager di Planet in Italia – Gli introiti generati dai turisti in visita, in particolare da quelli extra-europei, è vitale per numerosi realtà del segmento lusso. Basti pensare che a livello europeo, gli acquirenti internazionali spendono in media 3,7 volte di più degli acquirenti nazionali, con alcuni rivenditori che registrano fino al 60% delle vendite da clienti non domestici. I consumatori internazionali hanno più reddito disponibile che mai e stanno arrivando nelle destinazioni europee dello shopping per spenderlo. In questo senso Planet aiuta le aziende ad intercettare questi shopper ad alto potenziale di spesa e ad aumentare sensibilmente il business che ne deriva. Grazie ad una consulenza a 360° che va da sofisticati servizi di business intelligence all’integrazione di sistemi di pagamento all’avanguardia, permettiamo ai retailer italiani di garantire ai loro clienti una customer experience senza pari”.

News Correlate