Isnart premia il top dell’ospitalità italiana

Venerdì a Bari la premiazione. In lizza 30 fra hotel, ristoranti e agriturismi

Con sei nomination ciascuna, Lombardia e Calabria sono le regioni che si presentano con più probabilità di vincere uno dei dieci premi messi in palio dall’Isnart, l’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche, venerdì 24 novembre a Bari durante la serata di premiazione de “Il Premio Ospitalità Italiana 2006”. Dopo Lombardia e Calabria, seguono il Piemonte, con 4 segnalazioni, e la Toscana con tre. In gara ci sono in tutto 30 attività ospitalità turistica, tra hotel (da 2 a 5 stelle); ristoranti, divisi per categorie: classici, gourmet, internazionale e regionale; pizzerie e agriturismo, la nuova categoria inserita quest’anno. Tra gli alberghi italiani di lusso (cinque stelle) tre sono calabresi, a Cosenza, Reggio Calabria e Vibo Valentia. Tra le migliori pizzerie, invece, nessuna napoletana né campana: le tre migliori sono due calabresi e una toscana. Inoltre, nel corso della serata verranno consegnati tre premi speciali: il Premio Unioncamere Regione Puglia, il Premio Lancillotti e il Premio Promuovitalia-Lavoro e sviluppo turismo.

News Correlate