Ecco le 5 app irrinunciabili per una vacanza LGBT-friendly

In occasione del ‘Pride Month’, Once, dating app che conta oltre 10 milioni di utenti in 8 paesi diversi, ha raccolto una selezione di app pensate appositamente per facilitare la vita della comunità LGBT+ in viaggio e non solo.

Di seguito l’elenco delle 5 app gay-friendly più innovative e apprezzate non solo in Italia, ma anche a livello internazionale:

‘GayCities’: un must have per scoprire hotel, ristoranti, pub e locali gay-friendly in giro per il mondo. L’applicazione dà la possibilità di consultare mappe e recensioni e di visualizzare le attività segnalate in correlazione alla propria geolocalizzazione. Vera chicca della app è la funzione Pride Finder per scoprire i Pride in giro per il mondo e avere consigli utili dagli altri utenti.

‘Edge’: applicazione americana che raccoglie notizie dal mondo. Sebbene l’applicazione sia disponibile solo in lingua inglese, è utilissima per non perdere le notizie più rilevanti perché permette di leggere i titoli delle principali news e vedere le foto dei fatti più salienti per la comunità gay.

‘Once’: app leader nello slow dating che propone match di qualità una sola volta al giorno. Proprio in occasione del mese arcobaleno annuncia l’introduzione di una nuova feature per permettere ai propri utenti di specificare pubblicamente l’orientamento sessuale sul proprio profilo. Presente in Italia dal 2016 e attiva in 8 paesi, Once gestisce ogni giorno 4 milioni di chat ogni e circa 20 milioni di match ogni mese.

‘Misterb&b’: app che si ispira ad Airbnb con la quale condivide numerose caratteristiche. Si tratta di di una piattaforma per affitti a breve termine di appartamenti con la particolarità di essere dedicata unicamente alla comunità LGBT+. Misterb&b assicura agli utenti alloggi sicuri in paesi in cui l’omosessualità è legale, una garanzia quasi sempre sottovalutata da tutte le altre app del settore. Non solo, host e guest hanno anche modo di conoscersi tramite l’app dando così vita a un’interazione costruttiva a vantaggio di tutti.

‘GeoSure’: app per la valutazione della sicurezza che utilizza dati locali in tempo reale provenienti da oltre 30.000 quartieri in tutto il mondo. Lanciata nel 2014 con un focus dedicato alla sicurezza delle donne, a partire dalla fine del 2018 ha lanciato una nuova versione dedicata alla comunità LGBT+. GeoSure combina le statistiche sui crimini di paesi, città e quartieri in base cinque categorie critiche per la propria sicurezza in viaggio tra cui sanità, possibilità di furti, sicurezza e situazione politica.

News Correlate