mercoledì, 13 novembre 2019

Viaggi del futuro sempre più legati a tecnologia. In aumento viaggi ‘bleisure’

Gli esperti di Booking.com hanno analizzato una notevole mole di informazioni, tra consigli e raccomandazioni dei viaggiatori, recensioni, preferenze e informazioni sul mercato (nonché dati specifici di settore e novità tecnologiche per l’e-commerce) per evidenziare le tendenze per i viaggi del 2017. E’ emerso soprattutto che la tecnologia sta creando un turista sempre più impaziente ed esigente: il 44% dei viaggiatori si aspetta di poter programmare la vacanza in pochi tap direttamente dallo smartphone, e oltre metà (il 52%) prevede di usare sempre più le app di viaggio nel 2017. Ci si rivolge alla tecnologia per evitare intoppi, trovare risposte adeguate ai bisogni e migliorare l’esperienza prendendo scorciatoie inimmaginabili fino a qualche anno fa.

Il boom di viaggi “bleisure” (dalla fusione di “leisure”, svago, e “business”, lavoro) è già iniziato nel 2016 e si prevede che nel 2017 raggiungerà nuovi picchi, non solo perché il confine tra viaggi per svago e per affari sarà sempre più labile, ma anche perché aumenterà sempre di più il valore che diamo alle opportunità di viaggio collegate al lavoro. Il 40% degli intervistati ha viaggiato quest’anno per lavoro, e tra questi il 46% è convinto che i viaggi di lavoro aumenteranno nel 2017. Il 49% dei viaggiatori business ha già l’abitudine di prolungare il viaggio di qualche giorno per godersi la destinazione da turista, mentre il 75% ha intenzione di farlo dall’anno prossimo. Per quanto riguarda il turismo vacanziero, il 45% degli intervistati ha detto che sceglierà viaggi avventurosi e il 47% destinazioni finora mai viste. Inoltre il 56% dei viaggiatori vorrebbe affrontare nel 2017 viaggi un po’ più indipendenti, lontano dalle rotte più battute, tendenza particolarmente sentita dai turisti brasiliani, indiani, americani, cinesi e thailandesi. Le destinazioni top dove gli italiani pensano di dare corpo allo spirito pioneristico includono Svezia, Repubblica Dominicana, Senegal, Madagascar e Lituania. 

In crescita anche l’interesse per luoghi dove ritemprare spirito e corpo, infatti il 44% è interessato a soggiorni in spa e all’insegna del totale relax, e il 38% a esperienze relative alla salute e al benessere. Ma trova spazio anche il rispetto dell’ambiente, con il 36% dei viaggiatori che vorrebbe scegliere opzioni più ecosostenibili rispetto al 2016, e il 39% interessato a tour eco-compatibili. Ma i più lungimiranti, anche se i viaggi turistici nello spazio sono ancora una fantasia, non escludono, un giorno, di poter fare le valigie verso altre galassie. “Esplorare l’ignoto, incontrare persone di altre culture e paesi e mettere alla prova i nostri limiti sono da sempre i motivi principali che ci spingono a partire per un viaggio, e il 2017 si preannuncia come un anno davvero interessante” ha dichiarato Pepijn Rijvers, Chief Marketing Officer di Booking.com.

News Correlate