mercoledì, 19 giugno 2019

Piattaforme recensione hotel fondamentali anche per i viaggi d’affari

Le piattaforme di recensione esercitano un peso rilevante sulle decisioni di acquisto, e questo vale anche per il settore dei viaggi d’affari, come nel caso delle recensioni degli hotel. Secondo l’ultimo AirPlus International Travel Management Study 2019 realizzato da AirPlus, che ha intervistato 2.180 viaggiatori d’affari provenienti da 24 paesi, la selezione delle strutture alberghiere è fortemente influenzata dalle valutazioni online, che in non pochi casi, tra l’altro, rappresentano un elemento decisivo per il viaggiatore d’affari.

La ricerca evidenzia come le recensioni ricoprano un ruolo molto importante nel processo di prenotazione di una struttura alberghiera da parte dei viaggiatori d’affari italiani. L’Italia si posiziona fra i mercati ai primi posti per l’utilizzo delle piattaforme e la condivisione delle valutazioni. Il 95% degli italiani intervistati dichiara di prendere in considerazione le recensioni, e ben il 99% le ritiene affidabili. Al momento della prenotazione, il 38% degli italiani prenota l’hotel essenzialmente in base alle recensioni, e a corollario del proprio soggiorno il 34% è solito commentare l’esperienza sulle piattaforme.

I trend globali rispecchiano i risultati del mercato Italia. L’86% dei viaggiatori nel mondo le prende in considerazione quando deve scegliere un hotel, e ben il 93% le ritiene affidabili. Questa tendenza è particolarmente spiccata nei mercati come Cina e India, dove rispettivamente il 95 e il 97% dei viaggiatori sceglie il proprio hotel prendendo in considerazione anche le recensioni, a fronte, ad esempio, del 83% degli statunitensi e del 74% degli inglesi. Al momento effettivo della prenotazione, poi, il 28% degli intervistati dichiara, globalmente, di scegliere la struttura esclusivamente sulla base alle recensioni. Questo dato varia sensibilmente da paese a paese: se negli Stati Uniti il 38% degli intervistati prenota un hotel essenzialmente in base alle recensioni, solo il 10% degli olandesi fa altrettanto. Anche l’attività di condivisione della propria esperienza sulle piattaforme è interessante: il 24% degli intervistati commenta il proprio soggiorno, con punte del 43, 45 e 52% in paesi come Stati Uniti, India e Cina.

Con 456 milioni di visite al mese su www.tripadvisor.com, la piattaforma di recensioni più famosa al mondo, questo tema diventa importante anche per i travel manager aziendali. “Le aziende potrebbero condividere internamente le esperienze dei loro viaggiatori d’affari e rendere le recensioni sulle prenotazioni alberghiere, disponibili per i dipendenti”, consiglia Yaël Klein, direttore marketing AirPlus. Le recensioni dei dipendenti di un’azienda sono un ottimo strumento a supporto della visione e delle policy dell’azienda stessa. I dipendenti si fidano delle recensioni dei colleghi e si adeguano alla politica aziendale prenotando gli hotel preferiti all’interno dell’azienda.

“Sarebbe interessante verificare se il proprio strumento di prenotazioni alberghiere offre opportunità di recensione”, consiglia Klein ai travel manager . I link alle piattaforme di recensione hanno dimostrato di essere un successo per i nostri clienti. Ciò che si temeva non si è verificato. Al contrario i dipendenti ottengono informazioni da un’ampia gamma di fonti, ma in ultima analisi le prenotazioni vengono effettuate tramite i propri sistemi aziendali ” conclude Klein. Il vantaggio innegabile delle piattaforme online per il fruitore finale? Quello di offrire fra i suoi standard una grande quantità di informazioni – come i dettagli sugli hotel quali posizione, servizi e trasporti. Consultando le recensioni online, infine, è più facile escludere dalla considerazione gli hotel che non vanno bene.

News Correlate