giovedì, 21 novembre 2019

Nuove regole in Piemonte per gli alberghi diffusi

Con il regolamento approvato dalla Giunta regionale, adesso gli alberghi diffusi potranno essere avviati in tutto il territorio regionale, nelle città come nei borghi o nei piccoli comuni. Nelle città con più di 5 mila abitanti dovranno essere circoscritti ai centri storici, mentre per i centri meno popolosi rimangono alcune deroghe: un numero minimo di camere (5 anziché 7) e la possibilità di mantenere la destinazione d’uso residenziale, anziché turistico-ricettiva.

“Queste novità – come precisa Antonella Parigi, assessore regionale alla Cultura e al Turismo – mirano a favorire l’impresa turistica e aumentare l’offerta del settore ricettivo, nonché a fornire ulteriori opportunità di sviluppo, in particolare nei centri storici e nei borghi diffuso sul territorio regionale. Il regolamento approvato stabilisce inoltre le caratteristiche e le modalità di gestione delle aziende alberghiere e i requisiti tecnico-edilizi ed igienico-sanitari necessari, nonché il sistema di classificazione e la simbologia grafica per identificare le aziende alberghiere”.
Il regolamento contiene anche disposizioni in materia di: gestione alberghiera in outsorcing; servizi aggiuntivi e complementari; posto tappa, definendo criteri, caratteristiche e servizi delle strutture alberghiere collocate lungo percorsi e itinerari escursionistici riconosciuti dalla Regione; accessibilità delle strutture da parte dei portatori di disabilità.

News Correlate