mercoledì, 16 ottobre 2019

L’extralberghiero piemontese si promuove su Airbnb

Il circuito delle case in affitto di Airbnb entra nell’offerta extralberghiera della Regione Piemonte, ma la società di San Francisco dovrà prevedere il pagamento della tassa di soggiorno ai Comuni che l’hanno istituita. L’accordo è stato firmato da Antonella Parigi, assessore regionale alla Cultura e Alessandro Tommasi, responsabile dei rapporti con le istituzioni di Airbnb.

Sarà istituito un tavolo permanente per sensibilizzare alle regole per la locazione, raccogliere informazioni e semplificare le procedure burocratiche.
Sono circa 240.000 le persone che utilizzano le case di Airbnb in Piemonte, in crescita del 60% nel 2016: il guadagno per chi affitta una stanza o casa è di 1.300 euro, per un numero medio di 20 notti. Chi sceglie il Piemonte ha fra i 30 e i 50 anni, arriva dall’Europa (90%), meno da Stati Uniti e Canada (5%). In prevalenza sono donne (59%). La durata media del soggiorno è di tre giorni. L’icona più cliccata è la casa sull’albero in Monferrato.

News Correlate