venerdì, 26 aprile 2019

A novembre pax in crescita negli aeroporti di Bari e Brindisi

A novembre i passeggeri arrivati e partiti dagli scali di Bari e Brindisi sono stati 424.581, con un incremento del 10,7% rispetto al 2013. In crescita del 7% anche il numero dei voli, passati dai 3.382 di novembre 2013 ai 3.618 del mese appena trascorso. Ciò ha determinato positivi effetti anche sul dato riferito ai primi 11 mesi dell’anno che segna un +4,04%: 5.402.975 i passeggeri nel 2014 a fronte dei 5.193.042 dell’anno precedente. Tra le percentuali d’incremento spicca quella riferita al traffico charter cresciuto del 27,6%, mentre il traffico di linea si attesta a un +3,6%.

“L’avvio di nuovi voli, l’incremento delle frequenze, l’annuncio di nuovi importanti collegamenti con hub internazionali di primissimo piano, sono segno di vitalità e testimoniano l’efficacia dell’azione commerciale attuata con i vettori che sempre più numerosi scelgono la Puglia per sviluppare la propria attività: i 53 collegamenti di linea, di cui 26 internazionali, che 9 vettori assicurano nella stagione in corso rappresentano un fattore strategico per la crescita della nostra regione”, ha detto Giuseppe Acierno, amministratore unico AdP.

In particolare, nel mese di novembre è il Karol Wojtyla di Bari l’aeroporto che fa registrare il maggior incremento percentuale rispetto a Brindisi, il cui traffico, peraltro, cresce in misura ragguardevole.

Nel mese di novembre 2014, i passeggeri su Bari sono stati 279.122, l’11,7% in più rispetto ai 249.816 di novembre 2013. I passeggeri di linea sono stati 274.898 (+10,9%), di cui 208.421 nazionali (+9,9%) e 66.477 internazionali (14,1%). Tra le destinazioni internazionali che nel mese scorso hanno fatto registrare forti aumenti rispetto allo stesso mese del 2013, si segnalano Budapest 17%, Malta 18 %, Bucarest 21,4 %, Karlsruhe – Baden 34,9 %, Bruxelles Charleroi 37 %, Düsseldorf 45,3 %, Parigi Beauvais 50,9%, Londra Stansted 68,4 %. Per quel che riguarda il consuntivo gennaio/novembre, il totale del 2014 è stato di 3.393.467 passeggeri (+ 1,5%):  2.333.491 quelli di linea nazionale (0,5%), 974.189 gli internazionali ( +2,9%) e 82.860 (+14,3%) quelli charter.

Una conferma del trend positivo emerge anche dal numero dei voli che nel mese di novembre sono stati 2.492 (+9%), dei quali 1.667 (+9,7%) riferiti alla linea nazionale.

Il dato risente positivamente dell’avvio di nuovi collegamenti e dell’incremento di frequenze che si sono susseguite in questi mesi, quali il raddoppio delle frequenze giornaliere di Vueling su Roma, l’avvio del tri-settimanale su Bruxelles di Brussels Airlines e di Volotea per Creta, il raddoppio delle frequenze settimanali di Mistral Air su Corfù e Zante e l’avvio, a novembre, del volo su Timisoara di Wizzair.

Anche l’aeroporto del Salento di Brindisi  fa registrare un ottimo risultato: a novembre il totale passeggeri è stato di 145.459  unità, con un incremento dell’8,8%  rispetto allo stesso mese del 2013. In crescita (+9%) sia i passeggeri di linea nazionale, sia quelli internazionali (+7,8%). Tra le destinazioni internazionali con i maggiori incrementi Eindhoven 35,6 %, Londra Stansted 29,5% e Zurigo 17,6 %. Così come per Bari, anche per Brindisi il dato dei voli evidenzia un incremento del 2,74%, mentre su base annua (gennaio/novembre) l’incremento si attesta al 7,6%.

Nei primi undici mesi 2014 il totale è stato di 2.009.506  passeggeri contro 1.848.978 dello stesso periodo 2013 (+8,7%). Ragguardevole l’incremento dei passeggeri charter, attestatisi a quota 33.870 unità (contro le 18.968 dell’anno scorso). Per quanto riguarda il traffico di linea, l’incremento è stato dell’8%: si è passati da 1.826.882 passeggeri del 2013 a 1.972.832 (di cui 336.169 internazionali) nel 2014. 

News Correlate