AdP, consegnato de-icer a Brindisi e nuovi voli charter per la Russia

Si è svolta presso l’aeroporto del Salento di Brindisi la cerimonia di consegna del nuovo mezzo De-icer destinato da Aeroporti di Puglia allo scalo. Alla manifestazione sono intervenuti il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano; il presidente di AdP, Tiziano Onesti; l’assessore regionale ai Trasporti, Gianni Giannini; il sindaco di Brindisi Riccardo Rossi.

Il De- icer in dotazione all’Aeroporto del Salento di Brindisi è Vestergaard Elephant. Il mezzo, di fabbricazione danese, dispone di un cestello con elevazione sino a 12 metri, tale da consentire interventi sia su aeromobili di categoria C (B737, Airbus A320), sia su aeromobili di categoria D, con apertura alare sino a 52 metri (B767 – B757). Dispone, inoltre, di un serbatoio con una capacità di 5600 litri che ne consente un’autonomia continuativa di circa 10 interventi prima della successiva ricarica di fluido antigelo. Il mezzo è dotato anche di un sistema di miscelazione automatica acqua/antigelo a percentuali variabili in funzione delle specifiche condizioni meteo al suolo.
Nel corso dell’incontro è stata annunciata anche la programmazione charter che nell’estate 2020 collegherà Mosca e Kiev con l’aeroporto del Salento. I voli, per un totale di 38 rotazioni, verranno operati ogni sabato dal 30 maggio a inizio ottobre.

“Nell’ambito della rete aeroportuale pugliese, l’aeroporto di Brindisi gioca un ruolo fondamentale. Lo dimostrano i dati in costante crescita del traffico passeggeri, specie per la componente internazionale, il numero delle compagnie che operano sullo scalo e l’attenzione con la quale il management di AdP lavora alla qualificazione delle infrastrutture e delle dotazioni aeroportuali. La consegna del De-icer e l’annuncio delle nuove catene su Mosca e Kiev confermano l’importanza di questo aeroporto per la nostra regione – ha detto presidente Emiliano – Il Salento, e il suo aeroporto, sono sinonimo di capacità di accogliere e di efficienza, ma tutti gli scali pugliesi, ciascuno per le proprie peculiarità e caratteristiche tecniche, rappresentano per le compagnie aeree e per le aziende che vogliono investire nella nostra regione un partner commerciale affidabile, solido, capace di generare sviluppo sostenibile per il territorio e benessere per le sue comunità. Inoltre, in raccordo con Aeroporti di Puglia stiamo intensificando i voli per l’Albania dagli aeroporti di Bari e Brindisi e ciò rappresenta un gesto di grande attenzione per le molteplici esigenze di spostamento in questa fase”.

“L’aeroporto del Salento di Brindisi è una risorsa di questo territorio. Migliorare i livelli operativi dello scalo, anche attraverso il potenziamento delle infrastrutture e delle dotazioni, è presupposto essenziale per lo sviluppo dei collegamenti. L’Aeroporto di Brindisi è interessato da un importante piano degli investimenti, nel quadriennio 2019-2022, per 31 milioni di euro, 20 dei quali circa destinati al potenziamento delle infrastrutture di volo ed oltre 4 destinati agli impianti di security. Se poi, pensiamo agli importanti investimenti in corso per migliorare l’accessibilità mediante il collegamento ferroviario e l’integrazione modale con il porto, l’aeroporto del Salento rappresenta una delle infrastrutture più efficienti in Italia. In questa prospettiva fatta di qualità delle infrastrutture, attrazione dei passeggeri e interesse dei vettori, specie di quelli impegnati a sviluppare traffico internazionale, i voli su Mosca e Kiev, rappresentano un’importante novità per tutta l’area sud est del Paese e per l’industria del turismo pugliese. L’espansione del network internazionale è fondamentale per migliorare il traffico incoming e accrescere la visibilità del brand Puglia, e con esso del sistema turistico regionale, così come delineato nel documento di programmazione strategica di AdP”, ha aggiunto Onesti.

News Correlate