giovedì, 25 aprile 2019

Settembre in crescita per gli scali di Bari e Brindisi

Nel mese di settembre i passeggeri arrivati e partiti dagli scali di Bari e Brindisi sono stati 607.939 a fronte dei 562.545 del 2014, con un incremento dell’8,1%. In crescita del 6,1% anche il numero dei voli passati dai 4.895 di settembre 2014 ai 5.195 del mese appena trascorso.

Bene anche il consuntivo passeggeri dei primi 9 mesi del 2015 che segna un +6,9% rispetto al precedente anno: 4.775.986 i passeggeri di questa parte dell’anno a fronte dei 4.466.174 del 2014. Ottimo il dato aggregato per i due aeroporti e riferito al traffico internazionale con il +28,3% nel mese di settembre e il +22,2% nel periodo gennaio – settembre 2015.

Sul Karol Wojtyla di Bari i passeggeri del mese di settembre sono stati 383.009 contro i 353.494 di settembre 2014, con un incremento dell’8,3%. In crescita del 9,35% i passeggeri di linea: 342.837 a settembre dello scorso anno contro i 374.765 del mese scorso; di questi 140.006 sono stati i passeggeri di linea internazionale (+29,8%).

Dinamiche simili anche per i primi 9 mesi che registrano un +8,4% del traffico passeggeri (2.784.704 nel 2014 contro i 3.018.571 di quest’anno). Eccellente il dato della linea internazionale, con i passeggeri che sono passati dagli 813.400 del 2014 ai 997.259 (+22,6%) di quest’anno. Complessivamente la linea (nazionale + internazionale) si apprezza di un +8,7% (2.708.389 passeggeri nel 2014 a fronte dei 2.944.904 del 2015).

L’aeroporto del Salento di Brindisi nel mese di settembre fa registrare un totale passeggeri (di 224.930 unità, con un incremento del 7,6% rispetto ai 209.051 passeggeri dello stesso mese del 2014. In crescita (+3,8%) sia i passeggeri di linea nazionale (173.088 a settembre scorso contro i 166.686 di settembre ‘14), sia quelli internazionali (+24,1%). Nei primi 9 mesi  2015 il totale è stato di 1.757.415 passeggeri contro 1.681.470 dello stesso periodo 2014 (+4,5%). Per quanto riguarda il traffico di linea, l’incremento è stato del 4,7%: si è passati da 1.645.963 passeggeri del 2014 a 1.723.114 (di cui 348.286, +21%, internazionali) nel 2015. 

In questo contesto di crescita è fondamentale l’apporto dei vettori low cost che in modo incisivo stanno contribuendo a migliorare il livello di connettività della Puglia. Un ruolo confermato dall’incidenza del low cost sui volumi complessivi del traffico passeggeri giacché questi vettori rappresentano il 64% del traffico su Bari e il 69% su Brindisi (dato al 30.9.2015). 

News Correlate