Crociera rovinata, passeggeri pugliesi avviano ricorso contro MSC

Sono numerosi i turisti della crociera nel Mediterraneo Orientale con la Msc Musica, partita da Venezia il 29 giugno e da Brindisi il 30 giugno, che si sono rivolti a Codici, delusi da una vacanza ben al di sotto delle aspettative e che li ha costretti a rinunciare a parte dell’itinerario prescelto, a seguito delle variazioni peggiorative disposte dalla compagnia.

Il 2 luglio la permanenza a Mykonos è stata ridotta da 11 a poco più di 3 ore, ancora peggio è andata per la tappa a Sarande del 4 luglio, cancellata e sostituita con una giornata di navigazione.

Ad oggi sono una ventina i crocieristi che hanno contattato lo Sportello WhatsApp 338.4804415, predisposto dall’Associazione Codici per fornire consulenza e assistenza e che, tramite l’avvocato Stefano Gallotta, inoltrerà i reclami alla Msc per ottenere una congrua riduzione del prezzo pagato e il ristoro dei danni da vacanza rovinata.
“A fronte delle variazioni peggiorative dell’itinerario e delle responsabilità del TO – dice Gallotta, responsabile di Codici Puglia e del settore Vacanze di Codici – il codice del turismo prevede il diritto dei turisti ad un’adeguata riduzione del prezzo e al danno da vacanza rovinata, trattandosi di problematiche che pregiudicano quel livello di benessere che sarebbe doveroso attendersi da un’occasione di viaggio particolarmente onerosa. È bene inoltre evidenziare che il riconoscimento di bonus sul conto di bordo ha ben altra natura e funzione del rimborso del prezzo pagato e in nessun caso lo può sostituire, come di recente chiarito anche dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato”.

News Correlate