AdP: aeroporto Foggia ottiene nullaosta SIEG dal Mit

Riceviamo e pubblichiamo una nota di AdP in merito alla notificato del provvedimento SIEG all’aeroporto Gino Lisa di Foggia.

“Aeroporti di Puglia S.p.A comunica che la Direzione Generale per gli Aeroporti ed il Trasporto Aereo del Mit ha rilasciato il nulla osta per lo svolgimento del Servizio di Interesse Economico Generale (SIEG) relativo all’Aeroporto ‘G.Lisa’ di Foggia. Alla luce dello stesso Regione Puglia ed AdP S.p.A. potranno procedere a sottoscrivere la nuova Convenzione.

Il provvedimento, unico in Europa per questo tipo di caratterizzazione, costituisce un risultato di estrema importanza che consente la realizzazione di un Servizio di Interesse Economico Generale per l’insediamento della base logistica della protezione civile e per la garanzia di adeguati livelli di connettività del territorio foggiano, caratterizzato da gravi criticità infrastrutturali stradali e ferroviarie.

La Società Aeroporti di Puglia ha rivolto un sentito ringraziamento ad ENAC, al Mit, alla sua Direzione Generale per gli Aeroporti ed il Trasporto Aereo,  per la fattiva collaborazione che ha consentito di finalizzare  la complessa istruttoria tecnico-amministrativa e di raggiungere questo risultato, nato da una precisa scelta dell’Amministrazione regionale che, anche attraverso l’istituzione sull’aeroporto Gino Lisa della base della Protezione Civile regionale, ha disegnato uno scenario di opportunità funzionale a rendere lo scalo operativo per 365 giorni all’anno.
Inoltre, in considerazione del riconoscimento dello status di SIEG, la Regione Puglia con la L.R. n. 44/2018 ha garantito la copertura finanziaria anche dei costi di funzionamento dell’Aeroporto ‘G.Lisa’.

In forza dell’odierno provvedimento AdP ha proceduto in pari data all’aggiudicazione definitiva dei lavori e pertanto, decorsi i 35 giorni di ‘stand still’ previsti dal Codice dei Contratti Pubblici,  si potrà contrattualizzare con l’impresa e dare corso alla redazione della progettazione esecutiva – che dovrà tener conto delle prescrizioni emesse dal Ministero dell’Ambiente in sede di rilascio della Valutazione d’Impatto Ambientale – e al completamento delle procedure di esproprio già in atto delle aree interessate dagli interventi di prolungamento della pista di volo.

Tale intervento consentirà l’operatività di aeromobili di categoria C (tipo A319) ed è finanziato nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro Trasporti sottoscritto il 27.05.2013 dalla Regione Puglia, dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per un importo di Euro 14.000.000,00 a valere sulle risorse di cui alla Delibera CIPE n. 62/2011 (Fondo Sviluppo e Coesione FSC)”.

News Correlate