mercoledì, 26 giugno 2019

Air Italy e Alitalia non trovano l’intesa sui voli per la Sardegna

Trattative serrate tra Air Italy e Alitalia per trovare un’intesa sulla gestione dei voli agevolati tra Olbia e gli scali di Roma e Milano, ora serviti solo dall’ex compagnia di bandiera senza compensazioni economiche dopo che il vettore sardo-qatariota, che si era proposto per primo per effettuare i collegamenti senza contributi, aveva ritenuto non economicamente vantaggioso spartire le rotte senza aiuti.

E intanto il governatore della Sardegna Christian Solinas, che continua a seguire da vicino l’evolversi delle interlocuzioni, ha avviato il dialogo con Bruxelles “per disegnare un nuovo sistema di continuità territoriale aerea”, gestendo la transizione sino all’avvio del nuovo regime dopo il faro acceso dalla Commissione Ue sul bando per assegnare le rotte con gli oneri di servizio.

C’è però da gestire l’esistente, almeno sino a giugno, quando ormai la stagione estiva sarà entrata nel vivo e sarà troppo tardi per modificare lo stato delle cose.

Ormai sui cieli dell’Isola, in regime di continuità aerea, vola solo Alitalia: a Cagliari e ad Alghero con compensazioni economiche e a Olbia, base storica dell’ex Meridiana, senza agevolazioni.

Air Italy ha man mano cancellato i collegamenti previsti per maggio riproteggendo i passeggeri sugli aerei Alitalia, mentre gli equipaggi di stanza ad Olbia sono fermi e i sindacati sono preoccupati per il futuro della base in Gallura. Volano invece regolarmente gli aerei con base a Malpensa, di fatto nuovo hub nazionale della compagnia.

Per ora sul sito del vettore compare il messaggio che i voli sono prenotabili dall’1 giugno, ma la procedura si blocca alla schermata successiva. La spiegazione è presto detta: gli slot sono ancora attivi in attesa di una schiarita con Alitalia: nel caso non si arrivasse ad un’intesa saranno cancellati anche i voli di giugno.

 

News Correlate