mercoledì, 27 marzo 2019

La Sardegna scommette sul Trenino Verde: investimento da 10,3 mln nel 2019

È tutto pronto per il rilancio del Trenino Verde della Sardegna. La Regione, infatti, ha fatto sapere che fa sul serio con uno stanziamento da 10,3 milioni di euro nel 2019 per rendere l’antica locomotiva un grande attrattore turistico e 7,5 milioni annui per il 2019, 2020 e 2021 per la manutenzione ordinaria. In più, una programmazione di spesa decennale sino al 2028.

È quanto riporta il protocollo d’intesa firmato dalla Giunta con i sindaci dei Comuni coinvolti, l’Arst, i sindacati, il Comitato per il Trenino, e presentato durante lo spostamento da Mandas a Isili. “È una scommessa – ha spiegato Francesco Pigliaru, presidente della Regione – abbiamo stanziato qualcosa come 35 milioni di euro per dare una prospettiva forte a un treno capace di portare in Sardegna il turismo che ci piace, quello che vuole visitare anche le zone interne. È indubbio che ci sono stati ritardi: non era facile reperire risorse ma le abbiamo trovate, capisco la sfiducia per gli anni di semi abbandono, ma ora è l’inizio di una nuova storia.
Noi – ha ribadito Pigliaru – incentiviamo il turismo più adatto a un’idea sostenibile di Sardegna, per far questo abbiamo bisogno di percorsi che siano carichi di storia, paesaggio, cultura e agroalimentare. Capita, come nel caso del Trenino Verde, che alcuni di questi percorsi esistano già, ma vanno valorizzati”.
Per Barbara Argiolas, assessore al Turismo, “il Trenino che percorre paesaggi incontaminati e incredibili è fonte di sviluppo straordinaria per le zone interne. Il protocollo è necessario per migliorare un’infrastruttura che non è solo marketing e comunicazione, ma anche lavori, traversine e tutto ciò che serve per viaggiare in sicurezza. Sicurezza e promozione sono due attività che devono andare assieme”.

News Correlate