martedì, 10 dicembre 2019

Birgi, Marsala sceglie la strada della trattativa privata per riportare Ryanair

Birgi sceglie la strada della trattativa privata per portare nuovi collegamenti nei cieli trapanesi. La notizia arriva direttamente dal sindaco di Marsala Alberto Di Girolamo che, mercoledì scorso, ha avuto un ulteriore incontro con Aigerst e l’assessorato regionale al Turismo per accelerare sull’assegnazione dei 22 lotti rimasti durante il quale è arrivata la conferma che la Regione manterrà i fondi per la stazione aeroportuale di Birgi, tenuto conto che il relativo Decreto è stato emesso a fine dicembre.

“La certezza di potere ancora contare sui fondi regionali – spiega il primo cittadino – ha consentito di scegliere la via più spedita per affidare le tratte ancora non assegnate. Il nostro lavoro come Comune capofila continua, al fine di far crescere il numero dei collegamenti aerei con questo territorio e, con essi, i flussi turistici”.

Da qui la scelta di applicare l’art.63 del Codice dei Contratti, che consente di invitare più compagnie aree interessate a presentare offerte per lo scalo aeroportuale “V. Florio”. E presumibilmente il sindaco intende sedersi attorno al tavolo insieme ai vertici di Rayanir.

Intanto, sul fronte della gara già espletata, la CUC ha già definito la procedura di affidamento per la Blue Air per il lotto Piemonte e, la prossima settimana, dovrebbe darne comunicazione ufficiale. Per Alitalia (lotti Lazio e Lombardia) invece, la CUC sta verificando la documentazione presentata dalla compagnia. “Considerando i tempi tecnici – sottolinea Di Girolamo – ci sarà da attendere ancora poche settimane per giungere all’operatività delle tratte assegnate con la prima gara”.

News Correlate