mercoledì, 16 ottobre 2019

I primi 30 giorni di Ombra all’Airgest: attesa per l’incontro con Ryanair

A 30 giorni dal suo insediamento alla guida dell’Airgest, Salvatore Ombra traccia un primo bilancio di questo mese in un lungo post pubblicato su Facebook. “Sono trascorsi trenta giorni – scrive Ombra – e mi viene da dire che sono volati, giusto per rimanere in tema. Sono ripartito con il mio consueto impetuoso entusiasmo e la mia determinazione. Con grandi idee e progetti ma con la assoluta priorità di mettere tutto in fila ed in ordine, per quanto parlare di priorità è davvero difficile.

Tutto dal primo giorno mi è parso priorità… intanto focus sui voli assolutamente, ma come trascurare il rapporto con gli Enti, con la Regione, con le Istituzioni o rinviare il decoro dell’aerostazione – nostro biglietto da visita ai passeggeri in arrivo – dal verde esterno all’ordine nel parcheggio… avevo lasciato due macchine abbandonate e li le ho pazientemente ritrovate ad attendermi per essere rimosse.

Insomma tanto tanto da fare, con un occhio attento ai problemi organizzativi interni, i rapporti con i sindaci e le istituzioni del territorio senza il supporto dei quali ribadisco nulla sarà realizzabile.

Impegno e sinergia sono le parole d’ordine. Sempre più convinto come sono che il nostro è un progetto comune e prioritario in cui tutti dobbiamo credere ma non solo a parole e sui social ma con fatti concreti.

Ad oggi ho incontrato quasi tutti i player di questa provincia ad iniziare dai sindaci, ho avviato un dialogo costruttivo con la Camera di Commercio, Confindustria e Sindacati, ho incontrato Prefetto, Questore Comandanti delle forze dell’ordine, Comandante dell’aeronautica e VVFF ed a tutti ho chiesto la più ampia collaborazione e supporto.

E poi tra una incazzatura e l’altra, ho avviato incontri con le compagnie aeree per guardare con ottimismo a nuove prospettive. E’ innegabile che l’attenzione è sempre rivolta verso Ryanair che incontrerò a breve (secondo fonti di stampa, Ombra volerà a Dublino il 30 settembre) e da cui ho ricevuto una gratificante attestazione di stima sulla scorta dei rapporti pregressi costruiti in passato, ma ovviamente ho aperto anche interessanti interlocuzioni con altre compagnie.

Chiudo dicendo che nulla mi spaventa e mi fiacca, il mio unico nemico resta il trascorrere del tempo che mi lascia pochi margini di operatività per ottenere risultati. Sto lavorando nel territorio e per il territorio per una sfida che richiederà pazienza, tempo, prudenza, sacrifici, arrabbiature, delusioni, ma che una volta vinta sarà la vittoria di tutti”.

News Correlate