Aigo: bene codice identificativo ma ora riaprire il confronto con la Regione

Aigo Confesercenti Sicilia plaude all’introduzione di un codice identificativo per le strutture ricettive e gli immobili destinati alle locazioni brevi, contenuta nel Decreto Crescita. “Si tratta – afferma Daniela Giardina, presidente regionale Aigo Sicilia – di  un importante segnale che va nella direzione di un impegno concreto al contrasto dell’esercizio irregolare delle attività”.

Secondo Daniela Giardina per accompagnare lo sviluppo del settore in Sicilia “occorre intervenire anche sulla legislazione regionale con misure a tutela del turista e degli operatori regolari del settore”. Due gli interventi immediati individuati da Aigo e su cui l’associazione vuole avviare un dialogo con il governo regionale: la richiesta di un atto di indirizzo attraverso cui i Comuni siciliani nell’esercizio delle proprie competenze possano  regolamentare in maniera omogenea i parametri relativi all’esonero dall’imposta di soggiorno e un atto che preveda l’obbligatorietà per tutte le strutture ricettive di dotarsi della polizza assicurativa di responsabilità civile a tutela del turista. “Infatti – precisa Giardina – al momento l’obbligo assicurativo non è previsto per tutte le tipologie di strutture ricettive mentre i Comuni fanno riferimento a parametri sia anagrafici che di qualifica professionale (per accompagnatori turistici, autisti, etc) diversi che generano confusione. Ovviamente le scelte relative alla quantificazione dell’imposta dovranno restare nell’autonomia delle singole amministrazioni comunali”.

Qualche giorno fa Aigo Confesercenti Sicilia ha incontrato i gestori delle strutture extralberghiere della provincia siracusana, insieme a Aigo Sicilia e alla presenza dei nuovi soci aderenti a “Siracusa Hospitality”, presieduti dall’architetto Mariella Muti. Sono intervenuti all’incontro: Giuseppe Vasques, presidente provinciale Confesercenti Siracusa; Carmelo Padula, direttore Confesercenti Siracusa; Daniela Giardina, presidente regionale AIGO; e Salvatore Basile, coordinatore regionale Assoturismo.

“Mettere gli operatori a conoscenza delle regole che disciplinano il settore è una priorità sulla quale stiamo lavorando – dice Salvatore Basile Coordinatore Assoturismo Sicilia – un investimento importante attraverso il quale accompagnare i gestori delle attività ricettive alberghiere e extralberghiere al rispetto delle regole così da contrastare dal basso il fenomeno dell’abusivismo. Per questo motivo, stiamo pianificando un’agenda di incontri seminariali che partiranno proprio da Siracusa e nel corso dei quali coinvolgendo esperti della normativa turistica offriremo assistenza e consulenza a tutti coloro che intendono avviare un’attività ricettiva alberghiera o extralberghiera e forniremo i dovuti chiarimenti rispetto a ciò che la norma di settore consente”.

 

 

News Correlate