mercoledì, 20 marzo 2019

Dagli albergatori messinesi solidarietà a Magda Scalisi

Le associazioni albergatori della provincia di Messina manifestano la propria solidarietà e vicinanza a Magda Scalisi per le intimidazioni ricevute nel corso dell’attività di gestione del Rifugio del Parco del Nebrodi in Contrada Muto, San Fratello.

L’Associazione Albergatori di Taormina, l’Associazione Albergatori Giardini Naxos, Federalberghi Isole Eolie, Federalberghi Messina e Federalberghi Riviera Jonica Messina pur riconoscendo il supporto del Parco dei Nebrodi e il lavoro delle forze dell’ordine, si appellano alle istituzioni e a quanti operano nella legalità affinché Magda Scalisi non venga lasciata sola e possa continuare ad operare nel rispetto della legge e senza ulteriori pressioni.

“È opportuno – si legge nella nota congiunta firmata da Giovanni Russotti, presidente Associazione Albergatori Giardini Naxos; Italo Mennella, presidente Associazione Albergatori Taormina; Christian Del Bono, presidente Federalberghi Isole Eolie e presidente Federalberghi Isole Minori Sicilia; Giuseppe Minniti Traina, presidente Federalberghi Messina; e Pierpaolo Biondi, presidente Federalberghi Riviera Jonica Messina – che pubblico e privato si attivino per una strategia di rilancio turistico complessivo della provincia che non trascuri le aree interne perché attraverso il turismo è possibile scardinare le vecchie logiche che da decenni regolano tempi e metodi di gestione di queste aree”.

Magda Scalisi, 36enne, a luglio scorso ha lasciato la sua città, Palermo, dopo aver vinto un bando pubblico per gestire legittimamente il rifugio del Parco dei Nebrodi. Ma la cosiddetta “mafia dei pascoli” è entrata in azione per scacciarla. Magda però non ha intenzione di arrendersi e più volte ha ribadito che il rifugio ormai è casa sua.

News Correlate