martedì, 10 dicembre 2019

Da Palermo a Messina per le montagne in venti tappe

Verrà presentato venerdì 19 giugno alle 10.30 a Messina, presso la chiesa medievale di Santa Maria Alemanna, l’evento “Cammini francigeni di Sicilia: la Palermo-Messina per le montagne” realizzata dall’associazione “Amici dei cammini francigeni di Sicilia”. All’incontro interverranno anche i sindaci dei paesi che verranno attraversati nel versante “messinese”: da Capizzi a Floresta, da Montalbano a Novara di Sicilia, da Castroreale a Santa Lucia del Mela, da Monforte S.Giorgio a Rometta e Messina.

L’associazione infatti sta organizzando un itinerario da Palermo a Messina lungo le vie antiche e le trazzere che collegavano la Sicilia normanna durante le invasioni arabe, lontano dalla costa, tra Madonie, Nebrodi e Peloritani. La partenza prevista è il 12 luglio, con arrivo il 2 agosto, e tappe in 21 centri della Sicilia fuori dai grandi flussi turistici, secondo quanto si legge sulla pagina Facebook dell’associazione. Le prenotazioni si apriranno a breve.

I soci, come si legge su Blogtaormina, sono riusciti a mettere a punto un sistema di vie che hanno come punto d’unione la via Francigena: la via che da Agrigento risale verso Palermo, chiamata Magna Via Francigena; la via che da Palermo porta a Messina lungo le Madonie e i Nebrodi, chiamata “Palermo-Messina per le montagne”; la via che da Mazara del Vallo risale verso Palermo, chiamata Via Francigena mazarense; la via romana che da Mazara porta a Siracusa, chiamata Via Selinuntina; la via che da Gela, lascia la Selinuntina e punta a Maniace ed alla sua abbazia, chiamata Via Francigena Fabaria. Un sistema di più di 1000 km di vie che permettono di camminare in zone spesso lontane dal grande turismo ma ricche di tradizioni, cultura, buon cibo, dove l’accoglienza è garantita da strutture convenzionate o da alloggi “pellegrini” messi a disposizione dai comuni.  

www.facebook.com/CamminiFrancigeniDiSicilia 

News Correlate