Ncc in agitazione in Sicilia, appello all’assessore Falcone

Appello delle associazioni siciliane delle imprese di NCC all’assessore regionale della Mobilità Falcone, Marco Falcone. Federnoleggio-Confesercenti, Cna Fita Ncc Auto, Anitrav, Asincc, riunite in Coordinamento Permanente, chiedono al componente della giunta regionale di essere conseguente rispetto agli annunci degli ultimi mesi e a quanto concordato nel corso dell’incontro dello scorso 9 febbraio a Catania.

In particolare, le associazioni chiedono che venga ricostituita ed immediatamente convocata la Commissione Consultiva Regionale in materia di autoservizi pubblici non di linea, prevista dalla legge 21/1992 (art.4, comma 4).

“In quella sede va chiarita infatti, senza alcun indugio – sostengono Giuseppe Contrafatto di Federnoleggio Confesercenti; Luciano Giannone di CNA Fita Ncc Auto; Giuseppe Buonadonna di Anitrav e Giacomo Briamo di Asincc – l’applicabilità o meno in Sicilia delle nuove norme di cui alla legge n.12/2019 (art.10 bis); va definita inoltre l’uniformità dell’attuazione delle norme in tutto il territorio regionale; va insediato infine un tavolo regionale di confronto anche con le Forze dell’Ordine preposte ai controlli su strada”.

Inoltre, le associazioni hanno proclamato sin da subito lo stato di agitazione della categoria, in attesa che nel più breve tempo possibile sia emanato il Decreto di ricostituzione della Consulta.

 

News Correlate