Palermo, il Teatro Bellini diventa museo e apre alle visite guidate

Il Teatro Bellini di Palermo riapre le porte alla città. Grazie alla collaborazione tra la Cooperativa Turistica Terradamare e la proprietà del Real Teatro Bellini, dal week end di Pasqua inizieranno le visite guidate per raccontare i 350 anni di storia di quello che è il teatro più antico della città.

La proprietà e Terradamare hanno contribuito al riallestimento del teatro per la fruizione pubblica immediata, grazie alla collaborazione con giovani designer, in attesa di un restauro vero e proprio. Nell’imminente futuro ospiterà visite assistite, spettacoli, mostre, convegni, laboratori d’arte e rassegne. Il ritorno all’attività teatrale avverrà gradualmente, in totale dialogo con la città e con gli artisti che la abitano. Nei prossimi mesi saranno avviate delle call e si valuteranno i progetti che verranno proposti.

La stessa biglietteria non sarà un semplice ingresso verso il teatro, ma essa stessa racconterà la città. Ecco perché all’ingresso è stato allestito un infopoint turistico, grazie al quale poter raccontare non solo il teatro e la rete dei 25 monumenti con cui Terradamare già collabora, ma tutti i monumenti più apprezzati, conosciuti o che si dovrebbero conoscere di più. Anche il bookshop è stato studiato per raccontare quella produzione editoriale che si focalizza sulla città, la sua storia e la sua arte, senza dimenticare oggetti di artigianato locale.

Altra novità il biglietto unico che verrà commercializzato subito in cui sono inseriti i monumenti di gestione diretta della Cooperativa: al costo di 5 euro si potranno visitare il Bellini, la Torre di San Nicolò e la Chiesa del Carmine Maggiore. Ma sarà solo la prima di una lunga serie di iniziative a favore della rete monumentale creata in questi anni da Terradamare.

News Correlate