La battaglia di Himera in un museo ad hoc in ex stazione Fs

L’ex stazione ferroviaria di Fiumetorto-Buonfornello, nel Comune di Termini Imerese, diventerà sede del museo da dedicare alla Battaglia di Himera del 480 avanti Cristo. Lo ha deciso il governo regionale che, su proposta del presidente Nello Musumeci, ha già deliberato lo stanziamento di 150 mila euro per l’acquisizione dell’edificio da Rfi ricadente nel perimetro del Parco archeologico di Himera, Solunto e Iato.

La stazione e i quattro immobili sovrastanti saranno riconvertiti a spazio museale per accogliere i numerosi reperti provenienti dallo scavo effettuato dalla soprintendenza di Palermo in occasione della realizzazione del raddoppio della linea ferroviaria, nel 2007. Il museo sorgerà proprio nella località dove i Greci sconfissero i Cartaginesi, nel corso di una battaglia che rappresenta uno degli episodi più importanti per la storia dell’Isola.

“L’acquisizione dell’ex stazione ferroviaria – dice Musumeci – rappresenta il primo passo per dotare il Parco archeologico di uno spazio museale in cui troveranno la giusta allocazione le migliaia di reperti oggi temporaneamente ospitati nei magazzini dell’Albergo delle povere di Palermo dopo anni di deposito precario in container. Un nuovo museo è quindi un momento di dignità storica e culturale. Si tratta di un progetto che avevamo programmato col compianto assessore ai Beni culturali Sebastiano Tusa”.

Dopo quello di Favignana sul sanguinoso scontro delle Egadi e quello di Catania sullo sbarco dell’estate del ’43, la struttura di Buonfornello sarà dedicata a una battaglia che il visitatore potrà rivivere in una realtà virtuale grazie all’utilizzo delle tecnologie più avanzate.

News Correlate