mercoledì, 26 giugno 2019

Teatro Massimo di Palermo: bilancio in utile per il sesto anno

Per il sesto anno consecutivo il bilancio del Teatro Massimo di Palermo è in utile. Il bilancio 2018 si è chiuso con un utile netto di 87.125 euro e mostra come il Teatro sia diventato negli anni più aperto e più pieno: aperto tutti i giorni per le visite guidate e aperto 278 giorni all’anno per gli spettacoli. E poi un Teatro sempre più pieno, che nel 2018 ha raggiunto l’84,4% di riempimento della Sala Grande, con un incremento del 37,6% rispetto al 2013.

Ma anche più giovane: circa 200 i bambini e i ragazzi che vivono l’esperienza del far musica insieme grazie al Coro Arcobaleno, al Coro di voci bianche, alla Cantoria e alla Massimo Kids Orchestra, mentre il numero di spettatori sotto i 35 anni ha sfiorato nel 2018 il 30% del totale degli spettatori.

Ma soprattutto più innovativo: definito da Google Arts and Culture “il più grande e innovativo monumento d’Italia dedicato all’opera lirica”, in scena e fuori, il Teatro Massimo ha puntato sull’innovazione: il gigantesco albero del Guillaume Tell di Rossini, le scene costruite con la stampante 3D di Fra Diavolo, l’App dedicata, la WebTv sempre più seguita, la biglietteria online con un aumento percentuale del numero di biglietti venduti su internet che rispetto al 2015 è stato del 208,4%, mentre su Facebook i like sono cresciuti del 186,1% dal 2014 al 2018.

E nel 2018 è stato anche più internazionale grazie a un significativo aumento di presenze dall’estero, anche come effetto del fatto che Palermo è stata Capitale italiana della Cultura e sede di Manifesta 12. Ma all’estero il Teatro Massimo si è recato anche con le tournée (nel 2016 e nel 2019 in Oman, nel 2017 in Giappone) e facendo viaggiare le proprie produzioni. Nel 2018 le produzioni e coproduzioni di spettacoli del Teatro Massimo hanno coinvolto dieci tra Teatri ed enti internazionali, principalmente in Europa (7) ma anche in Russia e in Asia.

News Correlate