giovedì, 21 marzo 2019

Orlando a Bit 2019: il turismo è la più importante agenzia educativa dopo la scuola

Exciting, safe, not expensive: con questi tre aggettivi il sindaco Leoluca Orlando ha descritto Palermo alla Bit di Milano. Intervistato dai giornalisti ospiti nello stand di Travelnostop.com, il primo cittadino è stato un fiume in piena. “Palermo – ha rimarcato – è un mosaico di culture, in cui primeggia la cultura dell’accoglienza sia per i turisti che per i migranti. È non expensive perché fare turismo a Palermo è ancora oggi conveniente. Vi faccio un esempio: per 15 anni 4 dei principali alberghi cittadini sono rimasti in vendita e ora sono stati tutti acquistati da grandi gruppi internazionali. Ma è anche ‘safe’: negli ultimi tre anni sono diminuiti i reati e Palermo è la città più sicura d’Italia. Dopo la scuola, il turismo, espressione di cultura dell’accoglienza, è la più importante agenzia educativa perché l’apertura della città impone miglioramento dei servizi ma anche la capacità di essere accoglienti.

“Oggi Palermo – ha aggiunto – insieme a Milano è la città più cablata di Italia, vanta 25 aree pedonali, 4 linee del tram già operative e altre 7 progettate, il servizio di car sharing anche per i portatori di handicap, il taxi-sharing dall’aeroporto. Inoltre, è la quinta città al mondo perquantità e qualità di street food”.

A proposito di aeroporto, Orlando ha ricordato i grandi progessi dello scalo: fino a 4 anni fa c’erano solo 4 voli diretti con città europee, oggi sono 104. I passeggeri erano 4 milioni e quest’anno contiamo di movimentarne il doppio. 40 anni fa Palermo era capitale della mafia, oggi Palermo è stata capitale della cultura e nel 2019 si appresta a ospitare i Campionati mondiali di Scherma e di Tennis”.

Infine, una battuta su Travelexpo: “fa parte della storia di Palermo, Toti Piscopo è stato profeta dello sviluppo turistico venti anni fa quando in Sicilia non si sapeva neanche cosa fosse il turismo”.

 

 

News Correlate