Accessibilità e inclusione per valorizzare i 7 siti Unesco siciliani

 

E’ stato presentato a Catania nell’ambito della manifestazione “La notte dei Musei 2019” il progetto “Scuola e comunicazione per i Siti Unesco della Sicilia”: si tratta di un percorso formativo, finanziato dal MiBAc, per la valorizzazione dei Siti Unesco. L’acronimo del progetto è declinato in: #SmartEducationUnescoSicilia – Cinque sensi per sette Siti.

Nell’ambito del progetto è stata allestita una mostra con pannelli divulgativi per illustrare le attività formative, con la presenza dei giovani, coinvolti nei laboratori sperimentali dedicati all’accessibilità di persone disabili e all’inclusività. Tra di loro anche giovani extracomunitari, assistiti dalla Comunità di S. Egidio di Catania, che partecipano al laboratorio del gusto, seguiti dai docenti dell’Istituto Alberghiero. Un laboratorio di grafica d’arte è stato invece attivato presso i locali dell’Accademia di Belle Arti di Catania.

Il progetto vede infatti il coinvolgimento di istituzioni accademiche e enti formativi e nasce con l’obiettivo di creare, per la prima volta in Sicilia, una sinergia tra i sette Siti iscritti alla World Heritage List. Il percorso formativo dà ampia rilevanza al tema dell’accessibilità grazie all’utilizzo di forme di comunicazione immediate e alla realizzazione di attività inclusive, attraverso l’integrazione di processi culturali e sociali. Principali protagonisti sono giovani e adulti, accomunati tra loro da diverse esperienze di vita, invitati alla comprensione del valore culturale, storico-artistico, naturalistico ed estetico-percettivo dei sette Beni Unesco.

Nell’ambito del progetto tutti i Siti vengono spiegati attraverso percorsi multisensoriali, collegati ad ogni bene e al territorio di appartenenza, messi in relazione alla storia, al folklore e alle tradizioni, fruibili tramite un sito-web e una smart-app, in grado di identificare gli interessi individuali degli utenti.

 

News Correlate