giovedì, 19 settembre 2019

Acirealehotels, oggi il turismo siciliano scende in piazza

Continuano a pervenire adesioni e manifestazioni di solidarietà alla protesta

Nonostante manchino ormai poche ore alla manifestazione di protesta indetta da Acirealehotel e in programma stasera alle 20.30 in piazza Duomo ad Acireale, continuano a pervenire adesioni alla protesta e solidarietà da parte di associazioni e consorzi. Così dopo Associazione degli Albergatori Catanesi e dell'Etna, Faita Sicilia, Albergatori di Piazza Armerina, Consorzio Turistico Valle dei Templi, Confindustria Alberghi della Provincia di Agrigento, Associazione degli Albergatori di Salina Isola Verde, Associazione degli Albergatori di Noto, Consorzio di Promozione Turistica Vald'Agrò e Associazione Albergatori Vald'Agrò Riviera Ionica, anche Confesercenti Catania e Asshotel hanno deciso di condividere le ragioni della protesta finalizzata a sostenere e risollevare le sorti delle imprese del settore turistico. Salvo Politino, direttore Confesercenti Catania, chiede "immediatamente l'attivazione di uno sportello di informazione turistica all'interno dell'aeroporto di Catania, attivando un azione di marketing del territorio acese, in collaborazione con l'amministrazione comunale". Solidarietà arriva anche dall'altro capo della Sicilia per bocca di Angela Giacalone, presidente dell'Associazione Turistico Alberghiera Hypsas che raggruppa gli operatori dell'area di Selinunte: "perché anche dalle nostri parti molte strutture rischiano la chiusura a fine anno e le presenze al sito di Selinunte si riducono ogni anno e non c'è proporzione con il numero degli arrivi negli alberghi dell'area". Aderisce anche il consorzio Erei Tourist espressione del marchio "Val di Noto" che punta a dare spazio maggiore alla componente privata nell'utilizzazione dei fondi destinati al marketing ed alla programmazione turistica".  Sostegno anche dall'associazione imprenditori "Comitato per Ibla" guidato del presidente Giuseppe Occhipinti e dall'Anav a cui aderiscono le aziende private siciliane che operano nel trasporto passeggeri su gomma. Infine Santo Primavera, consigliere Udc alla Provincia di Catania, dopo aver sentito gli albergatori acesi, ha annunciato che  presenterà un ordine del giorno con cui impegnerà il presidente della Provincia, Giuseppe Castiglione, a rappresentare presso gli organi competenti le legittime istanze degli albergatori acesi e non solo.

News Correlate