domenica, 22 settembre 2019

Caos aliscafi a Ustica, sindaco denuncia monopolio collegamenti via mare

A Ustica passeggeri allo sbaraglio a causa di problemi ad un aliscafo in viaggio sulla tratta che collega l’isola a Palermo. A denunciare i disservizi è il primo cittadino del’isola, Attilio Licciardi, che pur non facendone il nome attacca la Liberty Lines: “Ci hanno mandato uno schifo di aliscafo. Un grosso danno per l’isola”. Secondo il sindaco “uno dei più grossi limiti allo sviluppo è costituito dall’esistenza di regimi di monopolio in troppi settori economici e, tra questi, i trasporti marittimi dove sta emergendo un sistema fatto di illegalità, complicità e corruzione davvero impressionante”.

“Ho scritto  a tutte le autorità competenti per mettere in evidenza il danno provocato ad Ustica – ha continuato Licciardi -. In un momento in cui la Sicilia è meta turistica privilegiata è impensabile che si verifichino episodi come la sostituzione in corso d’opera di un aliscafo con un altro che, evidentemente, non è adeguato alla tratta senza un minimo di preavviso o di concertazione con le amministrazioni locali che devono subire, incolpevolmente, la rabbia di residenti e turisti. Un fatto inaccettabile che non deve più ripetersi”.

A sostegno di Licciardi e dei sindaci delle isole minori si sono schieratati Antonio Ferrante, responsabile turismo del Pd Sicilia, e il deputato regionale Pd Pino Apprendi che sul caso ha annunciato un’interrogazione da inoltrare al presidente della Regione.

 

News Correlate