lunedì, 23 settembre 2019

Fiamme vicino Calampiso, evacuati 600 ospiti

Non rientreranno fino a sabato i turisti che ieri hanno dovuto lasciare il resort di Calampiso, a San Vito Lo Capo, a causa del vasto incendio che è arrivato a lambire la struttura. Dopo l’evacuazione dei 600 villeggianti sono cominciati i controlli per verificare il funzionamento degli impianti elettrici, idrici e delle comunicazioni che potrebbero essere stati danneggiati. Gli immobili non hanno riportato danni, ma c’è ancora un forte odore di fumo che non consente il rientro dei turisti.    I villeggianti, ieri, dopo essere stati allontanati via mare, sono rientrati solo il tempo di prendere i bagagli e hanno trascorso la notte nelle strutture messe a disposizioni dagli albergatori di San Vito. Alcuni, i siciliani soprattutto, hanno preferito anticipare il rientro a casa. “Abbiamo affrontato l’emergenza con grande efficienza”, dice Alfio La Ferla, direttore della Tmc, la società che gestisce i servizi alberghieri del resort. Per lo spegnimento dell’incendio è stato risolutivo l’intervento di un Canadair e di un elicottero.

I turisti sono stati evacuati con le barche via mare anche grazie a un appello sui social lanciato dal sindaco di San Vito Matteo Rizzo. Dopo l’SOS, le barche turistiche e i gommoni della Capitaneria di porto hanno raggiunto in pochi minuti il golfo dove si erano riversati i villeggianti. A rischio soprattutto gli appartamenti più vicini all’ ingresso del villaggio. “Siamo scappati in costume e ciabatte. Il nostro appartamento – racconta una turista – è stato avvolto dalle fiamme. Erano proprio sopra di noi. Ho preso mia figlia e sono andata in spiaggia. Ci hanno fatto andare via sui barconi che fanno il giro dello Zingaro. Prima donne e bambini e poi gli altri. Molti sono rimasti sulla spiaggia ad aspettare i soccorsi”.

News Correlate